L’edizione odierna de La Gazzetta dello Sport questa mattina propone un’intervista a Leonardo Semplici, tecnico della Spal, prossima avversaria della Fiorentina in campionato: “La Fiorentina Primavera? E’ stata un’esperienza straordinaria, che mi ha dato modo di sviluppare un altro tipo di calcio, più offensivo. Affrontare la Fiorentina domenica sarà bello ma l’emozione più forte la proverò al ritorno, al Franchi. Però io non guardo molto in là. Vivo nel presente e me lo godo, se ripenso alla mia storia è giusto che sia così.

Il rapporto con Antognoni? Lui da ragazzo era il mio idolo, andavo in curva con gli amici per vederlo. Coverciano? E’ un posto speciale perché lì dentro si impara molto. Il lunedì spesso vado nella biblioteca di Coverciano e leggo le tesi di tanti allenatori: qualsiasi cosa ti può dare uno spunto. Se farei più fatica io al Real o Zidane qui alla Spal? Sicuramente lui a Ferrara”.

Comments

comments