È il capocannoniere e uno dei giocatori più interessanti della Primavera viola, Gabriele Gori ha parlato in esclusiva ai microfoni de Il Mercoledì di Platinum Calcio.

Fiorentina quinta in classifica, 23 punti, a 8 distanze dalle due capoliste Inter e Atalanta. Quanta speranza c’è ancora per competere alle vette più alte? E soprattutto sabato ci sarà una partita importante proprio contro l’Atalanta.
“Noi partiamo sempre con la nostra filosofia e giochiamo ogni volta per vincere perché siamo una squadra ambiziosa che punta sempre al vertice della classifica e in questo ritorno cercheremo di fare e dare il massimo”.

Si parla molto della ‘cantera’ viola. Come ti senti a essere tra i più promettenti?
“Lavorando con sacrificio e umiltà ovviamente poi arriveranno i risultati. Niente viene dal niente, quindi tutto questo verrà ripagato. Spero non siano soltanto chiacchiere”.

A chi ti sei ispirato sia dei giocatori ancora in attività sia di quelli che hanno smesso?
“A me piaceva e piace ancora molto Fernando Torres. Soprattutto quando era al Liverpool. Dei vecchi Ronaldo il Fenomeno, senza dubbio”.

Degli stranieri in squadra chi ti piace di più e vedi più predisposto per un eventuale esordio in prima squadra?
“Maganjic, ma anche Hristov. Sono tutti forti e stanno lavorando con noi. Petko è sempre in prima squadra e poi ‘scende’ ma il gruppo è molto amalgamato. Siamo più italiani che stranieri ma siamo uniti e riusciamo tutti a scherzare e ridere ma anche a lavorare seriamente insieme”.

Hagi: cos’è che non è andato dal punto di vista tecnico-tattico?
“Secondo me Ianis è un gran giocatore. Non ha avuto troppo spazio e non è riuscito a dare quello che doveva dare. Con noi in Primavera si è sempre comportato da ragazzo umile e ha fatto anche diversi gol e assist. Non lo so, adesso sarà un po’ la sua rivincita e dovrà riuscire in Romania a esprimersi e fare vedere chi è Ianis Hagi”.

Il tuo obiettivo nei prossimi due-tre anni?
“Io spero di andare ai massimi livelli ovviamente perché è l’ambizione sin da quando ero piccolo e cercherò di riuscire nel mio sogno”.

Comments

comments