Luca Calamai è intervenuto ai microfoni di Radio Bruno: “Contro il Bologna la Fiorentina non ha costruito tanto ma ha rischiato pochissimo e in questo non c’è niente di casuale. Questa Fiorentina ha mostrato una voglia diversa ed è un segnale che tutti devono raccogliere”.

Prosegue sulla proprietà: “Quando si è più presenti poi le cose tornano. Ciò non vuol dire che il fatto che la proprietà sia andata in ritiro con la squadra abbia fatto vincere la partita, ma dai un segnale importante. Mi auguro che sia un punto di partenza”.

E su Chiesa: “Il suo percorso di crescita lo sta portando più a fare l’attaccante che il tornante. Stava iniziando a sbagliare un po’ troppo per quella che era la sua crescita”.

Conclude sul portiere: “Sportiello? E’ un capitolo molto delicato. Dal mio punto di vista la situazione è sembra piuttosto complicata. Alterna momenti da numero uno vero a sbandamenti preoccupanti. Servirà un chiarimento in cui un ruolo fondamentale lo avrà l’allenatore”.

Comments

comments