Su Il Corriere dello Sport, l’ex tecnico viola Cesare Prandelli ha parlato della sua esperienza a Firenze: “Il senso del calcio è sfruttare le caratteristiche dei giocatori. Quando allenavo la Fiorentina nell’anno in cui Toni vinse la Scarpa d’Oro con 31 gol, all’inizio lui tornava indietro per giocare. Gli dissi: ‘Oh, ferma un attimo, per quelle zone ci sono i tuoi compagni, tu resta in area, quella è casa tua, lì sei il più bravo d’Italia. Divertiti lì dentro. Io devo cercare di portare la squadra e il pallone in area dove ci sei tu’. E così abbiamo fatto un calcio piacevole”.

Comments

comments