La Nazione: la classifica si allunga… Decisivi gli altri obiettivi

"Le vittorie di Milan, Inter, Lazio e Atalanta hanno allungato ancora la distanza dal gruppetto che insegue le primissime"

0
132
Firenze, stadio Artemio Franchi, 12.12.2016, Fiorentina-Sassuolo, Foto Fiorenzo Sernacchioli. Copyright Labaroviola.com

La Nazione, oggi in edicola, dedica un ampio spazio alla non troppo confortante situazione di classifica della Fiorentina. Il tutto con un occhio di riguardo per le altre competizioni sulle quali i viola dovranno concentrarsi già a partire dalla sfida di mercoledì contro il Chievo, in Coppa Italia.

Viene chiamata zona-sbadiglio, è quella da cui la Fiorentina dovrà restare alla larga per non annoiare se stessa e gli altri nella seconda parte del campionato. Dopo i risultati di ieri la classifica viola però è davvero a rischio quiete dei sensi, un piattume senza emozioni a corto raggio, perché le vittorie di Milan, Inter, Lazio e Atalanta hanno allungato ancora la distanza dal gruppetto che insegue le primissime.

Nona e con una partita da recuperare, ma anche con 6 punti di distacco dal settimo posto e 8 dal sesto. E il quinto – dove c’è il Milan che come i viola ha una partita in meno – è addirittura a 9 punti. La vita per la Fiorentina è dunque abbastanza monotona. Pesa molto l’ultimo 3-3 contro il Napoli con il gol beccato su rigore da Gabbiadini – fallo evitabile di Salcedo – al minuto 94, non gira in effetti benissimo alla Fiorentina e va invece meglio alle altre (soprattutto alla Lazio). Difficile capire quanto le fragilità di una squadra siano determinanti in termini di partite sfuggite o vinte negli ultimi minuti.

La Fiorentina ha una classifica in campionato troppo quieta e due opportunità per tenere in vita la stagione in coppa Italia contro il Chievo (mercoledì alle 17.30 la partita secca valida per conquistare i Quarti di finale) e a metà febbraio in Europa League contro il Borussia Monchengladbach, andata dei sedicesimi, ritorno dopo una settimana al Franchi.

Strade parallele che la Fiorentina dovrà percorrere con grande attenzione e dignità – al contrario dell’anno scorso, quando l’uscita in coppa Italia contro il Carpi fu un durissimo, inatteso colpo – per bilanciare il grigiore in campionato.

Il rinvio della partita contro il Pescara (date possibili per il recupero il 18 gennaio, o più probabilmente il primo febbraio) permetterà alla squadra di viola di affrontare la settimana che porta alla Juve senza un’overdose di stress fisico”.

Fonte: La Nazione

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.