Non rischia Paulo Sousa, che manda in campo gran parte dei titolari. La differenza tra Fiorentina e Slovan, infatti, è netta fin da subito, in modo particolare quando i viola provano ad attaccare.

La difesa di casa, infatti, è estremamente fragile e basta una semplice triangolazione o un lancio lungo per metterla in crisi.

Non a caso entrambi i gol gigliati arrivano proprio su questo tipo di azioni, che in Serie A solitamente vengono stroncate sul nascere, soprattutto l’azione della seconda rete, un passaggio di 50 metri sul quale la retroguardia ceca ha fatto un vero e proprio disastro.

Risultato positivo, dunque, aspettando i secondi 45′. Resta il fatto però che l’avversario oggi è veramente modesto (in difesa).

Comments

comments