Questo è un estratto delle parole dell’opinionista Bernardo Brovarone ai microfoni di Radio Bruno Toscana: ” È una Fiorentina troppo spesso inespressa, mi aspetto molto di più. Stimo Pioli, ma punto il dito contro di lui: rappresenta alla perfezione ciò che vogliono i Della Valle nel calcio, cioè nessun colpo di coda e mantenersi sempre sulla linea di equilibrio. Con le sostituzioni ogni volta lancia sempre messaggi di una normalità imbarazzante. Non leggo un disegno tattico, ma la quasi sempre disperata soluzione del lancio su Chiesa, o su Biraghi. Pjaca? Non può rappresentare il futuro, smettiamola di valorizzare i giocatori di altri, se fa bene torna alla Juve e se fa male pure. Gerson non è un centrocampista, la Roma l’ha pagato a peso d’oro per fargli fare il trequartista o l’esterno. Ha bisogno di avere tanta stima attorno, per me giocare con Gerson, Veretout e Chiesa dietro a Simeone sarebbe tanta roba. Nelle prossime partite Chiesa sarà circondato, fa la differenza in tutte le partite: quando un ragazzo ha qualità di questo tipo, in campo per me deve correggersi. Lafont? E’ un portiere dal grandissimo fisico, tra i pali è forte ma ha delle tracce che lo caratterizzano che tutto ti fanno pensare tranne che sia un portiere. La Fiorentina si è preso un grosso rischio, è atipico e ha degli spunti che mi fanno pensare che possa diventare forte e altri meno”.