Come scrive il Corriere Fiorentino, Pioli ha trovato il suo posto nel mondo a Firenze dopo che già da giocatore lasciare le sponde dell’Arno fu doloroso. Ama girare la città in bici e frequentare ristoranti e locali, non restare isolato come qualche suo predecessore. Ama girare tra la gente e passare anche del tempo con i tifosi della sua squadra. Adesso c’è la Lazio di quel Simone Inzaghi molto simile a Pioli su questo aspetto: all’Olimpico si sfideranno due allenatori che guidano due squadre ma rappresentano due popoli.