Una class action dei tifosi della Lazio per annullare il risultato della partita con la Fiorentina. È l’ultimo capitolo della battaglia contro la classe arbitrale riportato da La Repubblica. Al centro del ricorso nei confronti dell’Aia, portato avanti dall’avvocato Mignogna, ci sarebbe «l’illegittima applicazione del protocollo Var». In quella partita, come si ricorderà, la squadra di Pioli pareggiò al 93’ grazie a un rigore trasformato da Babacar.

Rigore convalidato dall’arbitro Massa dopo aver rivisto al Var il fallo di Caicedo su Pezzella. Decisione che dopo il triplice fischio scatenò la furia di Tare, che scese in campo per chiedere all’arbitro spiegazioni della sua decisione. «Ma cosa hai visto?» si legge dal labiale del direttore sportivo laziale, però Massa si allontana senza rispondere. Ora quell’episodio, insieme ad altri di Roma- Lazio e Lazio- Torino, è al centro della class action a cui hanno già aderito oltre 600 tifosi.

Comments

comments