Il centrocampista della Fiorentina Jordan Veretout è stato intervistato dal Corriere dello Sport-Stadio. Questi alcune delle risposte più interessanti:

Qual è il giocatore a cui si è sempre ispirato?
«Qualche nome? Dico Iniesta, ma anche Modric».

Pioli ha detto che lei gli ricorda una via di mezzo tra Beppe Iachini, centrocampista della Fiorentina a cui i tifosi avevano dedicato un coro “picchia per noi, Beppe Iachini” e Stefan Schwarz, svedese preciso e di ghiaccio.
«Io non ho paura di “combattere”, di dare il massimo in campo. Essere “freddo” in campo è un po’ una mia attitudine…».

Sorpreso da Thereau?
«Quello che fa alla sua età è pazzesco. Ha 34 anni, fa ancora gol, è un attaccante molto valido…».

Che giocatore è Eysseric?
«Valentin è un ottimo centrocampista, ama combinare qualità e quantità, è di quelli che manda in rete tanti giocatori e segna lui stesso gol. E’ uno che sa offendere gli spazi. L’ho conosciuto negli anni passati, quando giocava al Nizza ed è stato uno di migliori del campionato francese nel suo ruolo».

Che cosa significa avere accanto Badelj e Benassi?
«Sono giocatori che giocano molto bene nelle rispettive posizioni. Milan è un centrocampista “regale”, ci parliamo spesso, Benassi è un calciatore a cui piace spingersi in avanti e riesce a segnare gol».

Ha firmato un contratto di 4 anni con opzione sul quinto: cosa punta a conquistare in questo periodo?
«Intanto un buon piazzamento in classifica per vivere un’esperienza in Europa League con la Fiorentina e magari, perché no, anche vincere la Coppa Italia…».

Lei è il giocatore che, arrivato nel mercato estivo, ha il maggior numero di minuti nelle gambe, secondo solo a Sportiello e Astori. Cosa, secondo lei, ha conquistato Pioli?«Non so se l’ho conquistato, ma io sono abituato a dare il 200% sul campo, a lui piace chi non si risparmia».

Comments

comments