Renzo Ulivieri, presidente dell’Assoallenatori, ha rilasciato le seguenti dichiarazioni a margine del Consiglio della Figc: “Il Consiglio federale rimane in carica per l’ordinario: io non le do le dimissioni, altrimenti c’è il rischio che arrivi Malagò…. Quello di oggi è un segnale grosso, un segno di debolezza. Rispetto la decisione di Tavecchio, ha chiesto le dimissioni di tutti come gesto politico: ma dobbiamo restare per garantire l’ordinaria amministrazione, altrimenti davvero arriva qualcuno da fuori e sarebbe una iattura…”, ha aggiunto.

E ancora: “Non condividiamo la decisione di Tavecchio, perché a nostro avviso sarebbe stato meglio aspettare la decisione dei presidenti delle Leghe di A e B. Se qualcuno ha spinto per mettersi qualche medaglia al collo e al petto, e credo che qualcuno lo abbia fatta, probabilmente non sa fare il dirigente.

Se Tavecchio è stato indotto a dimettersi? Figuriamoci, è una scelta sua, personale. Le valutazioni spettano a lui. Ma se c’è chi ha corso per appuntarsi medaglie, ha sbagliato. Non mi riferisco a Malagò, lui non c’entra nulla con questo. Il presidente Tavecchio, come atto politico, aveva chiesto le dimissioni di tutto il consiglio. Io non le do”.

Alfredopedullà.com

Comments

comments