Questo l’articolo di Luca Calamai sulla Gazzetta dello Sport:

La Fiorentina non si arrende. Continua a inseguire un posto in Europa. Batte con un secco 3 a 0 l’Udinese e trova motivi di speranza: stessi punti del Milan, a due lunghezze da Atalanta e Inter. Anche se con una partita in più. Resta però la sensazione che Sousa sia ancora alla ricerca della formula tattica per l’assalto alle zone alte. Federico Bernardeschi è «l’eroe» della serata. Al suo attivo il rigore che chiude la sfida. Ma nella prova del talento di Carrara c’è molto altro. A esempio, la traversa con una carezza di sinistro dalla quale nasce il gol di Borja Valero. Una partita senza pause. Da vero leader. L’unica nota negativa è un discutibile cartellino giallo (scontro con Samir) che gli farà saltare la sfida con il Milan a San Siro. Un brutto colpo per la Fiorentina che, ricordiamolo, giovedi prossimo sarà impegnato in Europa League contro il Mönchengladbach. Da segnalare anche il debutto del nuovo acquisto Saponara. Un elemento che potrebbe dare una spinta importante nel finale di stagione.

E’ una Fiorentina strana quella che Sousa propone in partenza. C’è Babacar al posto di Kalinic (entrerà solo nel finale); il modesto Milic a fare tutta la fascia sinistra e c’è Vecino trequartista con Borja Valero davanti alla difesa. Tante novità. Troppe. La squadra viola fatica a sviluppare trame offensive. Non entusiasma neppure l’Udinese che riparte un paio di volte ma senza costruire azioni da gol. Dopo una quindicina di minuti il tecnico portoghese riporta davanti Borja Valero. E il gol del vantaggio premia la nuova-vecchia posizione dello spagnolo. Minuto 41’: Bernardeschi si gira e lascia partire un sinistro che centra la traversa, la palla arriva a Borja Valero che controlla e batte Karnezis. Per lo spagnolo è il primo centro stagionale.

Affondo L’Udinese prova a cambiare nella ripresa. Al 3’ una pennellata di De Paul trova Zapata: colpo di testa e grande risposta di Tatarusanu. Delneri inserisce energie nuove. Prima Badu poi Perica. La Fiorentina però è sempre pericolosa. Il 2 a 0 arriva al 17’: Borja Valero serve Babacar che da fuori area va a segno grazie anche a una deviazione di Samir. Per il senegalese è il nono centro stagionale (5 in campionato e 4 in Coppa). La media minuti-gol è più che positiva ma una volta di più Babacar dimostra di non riuscire a trovare il feeling con gli schemi di Sousa. Mentre è ancora una volta positiva la prova del talentino Chiesa che però non sarà disponibile per l’impegno europeo a causa della squalifica per un turno. Il 3 a 0 al 35’ del secondo tempo grazie al rigore che Bernardeschi si conquista (la sua punizione è respinta di braccio da Fofana) e trasforma. Per lui è il decimo centro in campionato. Niente male per uno che un anno fa veniva accusato di non avere tante reti nelle gambe.