Ieri il presidente viola Rocco Commisso si è appellato ai sindaci della Città Metropolitana di Firenze per l’individuazione di aree disponibili e valutabili per la costruzione del nuovo stadio. La disponibilità era subito arrivata dal sindaco di Figline ed Incisa Giulia Mugnai, diverso invece il discorso che riguarda il sindaco di Borgo San Lorenzo Paolo Omoboni. Ecco alcune delle sue parole rilasciate a Lady Radio: “Il nostro comune aveva individuato alcuni terreni per costruire il nuovo centro sportivo poi per una migliore collocazione è stato scelto il comune di Bagno a Ripoli. Credo che lo stadio della Fiorentina deve farsi nella città dove è nata la squadra, Firenze. È una buonissima occasione costruirlo nel proprio comune, ma un collega (Nardella) in una situazione difficile deve essere supportato, non aumentare la competizione tra i diversi comuni”.