12 Aprile 2024 · Ultimo aggiornamento: 23:05

Labaro viola: il mondo viola minuto per minuto
Simeone: “Il dito era contro me stesso, non contro i tifosi. Vi spiego il rapporto con Chiesa”
Rassegna Stampa

Simeone: “Il dito era contro me stesso, non contro i tifosi. Vi spiego il rapporto con Chiesa”

Redazione

23 Gennaio · 10:41

Aggiornamento: 23 Gennaio 2019 · 10:41

Condividi:

Giovanni Simeone è stato intervistato dal Corriere dello Sport, queste le sue parole:

“Sto bene, anche se i gol in questo periodo non vengono. Lo scorso anno è stato molto particolare: prima ho dovuto fare i conti con il normale ambientamento di quando si cambia squadra. Poi c’è stato il dramma della scomparsa del nostro capitano. Il momento più bello, paradossalmente, è arrivato proprio dopo tutte queste difficoltà. È stato in quel momento che ho trovato continuità realizzativa (e ha superato così il primo record di gol italiani, segnati al Genoa). Adesso non devo arrendermi, devo essere più freddo. Sto cercando di migliorare il timing con cui presentarmi davanti portiere avversario. Non mi arrendo, solo il lavoro potrà aiutami a superare questa difficoltà

Questo è un campionato molto particolare, sicuramente più difficile di quello passato. Prendete la Roma: aveva iniziato la stagione in maniera meno scoppiettante rispetto a quanto ci si poteva aspettare eppure adesso è a un punto dal quarto posto. Stesso discorso per l’Atalanta: all’inizio sembrava fosse in difficoltà, invece ha subito rimesso la situazione in equilibrio. La classifica è molto corta, in pochi punti sono racchiuse diverse squadre. Comunque sì, io scommetto su questa Fiorentina

Quel dito sulla bocca non aveva senso in assoluto. Eppure l’ho fatto, sbagliando. Ero nero di rabbia, ma non contro i nostri tifosi: ce l’avevo con me. Perché quando non trovo il gol il primo dolore è il mio.

Il patto per Astori è nel cuore e nell’anima di ognuno di noi. Il prossimo 4 marzo, quando ricorrerà l’anniversario della sua scomparsa, di quella maledetta mattina a Udine, saremo a Bergamo per affrontare l’Atalanta. Dunque vicinissimi a lui anche geograficamente. Questi piccoli segnali ti restano dentro

La Coppa Italia è un titolo possibile?

«Io ci credo, è una grandissima occasione che dobbiamo cercare di sfruttare al massimo. Abbiamo superato il Torino, avversario non certo semplice da battere, e non possiamo fermarci. Sono convinto che con la giusta spinta, non dimentichiamoci che giocheremo in casa, con Firenze dalla nostra parte, e la voglia necessaria ad andare oltre ogni difficoltà, potremo giocacela. Lotteremo per dire la nostra».

Che giocatore è Federico Chiesa?

«Fede è un giocatore straordinario, lavora sempre per migliorare, è infaticabile. Pioli cerca di dargli sempre suggerimenti. È anche un finalizzatore, oltre che un costruttore di gioco ed è normale che cerchi sempre la conclusione. Per essere chiari, non è uno come poteva essere Saponara, abile a tracciare la linea per mandare uno in rete: no, lui il tiro ce l’ha eccome».

La gente si domanda: ma il vostro rapporto com è?

«Non è vero che non andiamo d’accordo, tutt’altro. Ci troviamo bene».

L’altra settimana, dopo il successo di Coppa e prima della ripresa in campionato, è arrivato al centro sportivo Andrea Della Valle. Qual è il rapporto della squadra con il patron?

«Stretto. A Malta, per esempio, non potendoci raggiungere ci ha chiamato: ha voglia di farsi sentire sempre e noi lo percepiamo assolutamente vicino».

Il mercato invernale, fin qui, ha visto la Fiorentina protagonista: segno di una rinnovata progettualità?

«Io il progetto Fiorentina lo vedo crescere da quando sono arrivato, quindi da un anno e mezzo. Sono stati fatti acquisti importanti e questo è un ulteriore segnale: ora tocca a noi dal campo trasformare le attese in fatti. Sogno intanto un titolo con il club, con la Fiorentina, e poi sarebbe bellissimo arricchire il palmares della Seleccion…”

Testata giornalistica | Autorizzazione Tribunale di Firenze n.6004 del 03/11/2015
Edimedia editore | Proprietario: Flavio Ognissanti | P. IVA: IT04217880717

© Copyright 2020 - 2024 | Designed and developed by Kobold Studio