Il tecnico della SPAL, Leonardo Semplici, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della gara di domani alle 12,30 contro la Fiorentina. Queste alcune delle sue dichiarazioni riportate dal sito  Lospallino.com: “Vivo la gara contro i viola in maniera meno intensa, sono più consapevole e meno emotivo sotto questo aspetto. Sono nato a Firenze, quella è la mia casa, ci sono sfottò con i miei amici ma è normale e fa parte del gioco. Quella del girone d’andata è stata la nostra peggior partita della stagione, in quella giornata abbiamo sbagliato praticamente tutto, per approccio e svolgimento del gioco. Ora arriviamo con una consapevolezza diversa. Stiamo crescendo e si vede. Dobbiamo confermare questo momento e ovviamente migliorare le cose che non hanno funzionato a Bergamo. La Fiorentina ha attaccanti molto veloci e bisognerà avere tanta attenzione nel coprire l’aggressione alla profondità da parte loro. Affronteremo un’altra squadra che ha qualità e viene da un buon momento di forma. Però lo faremo in casa e con l’intento di confermare il nostro trend recente. Sarebbe bello e straordinario vincere al Mazza dopo tanto tempo, e sono sicuro che i ragazzi giocheranno con questo intento. Mi auguro ci sia come di consueto la spinta del pubblico per sopperire a certe mancanze o carenze che potremmo avere. Non possiamo certo permettere alla Fiorentina di ragionare e manovrare con tempo e spazio, altrimenti diventerebbe difficile apportare delle contromisure. Dovremo essere bravi ad aggredirli da tutte le parti, impedendogli di esprimere la loro tecnica. Senza dimenticarci di essere più cattivi negli ultimi venti metri, in quello dobbiamo migliorare. Schiattarella e Bonifazi? Kevin si sta allenando da giovedì e ha recuperato dalla problematica che aveva a Bergamo. Lo considero tra i possibili titolari. Pasquale ha ripreso a pieno ritmo da mercoledì e rappresenta un recupero importante. Murgia regista? Alessandro si è fatto trovare immediatamente pronto, anche domenica è entrato subito in gara in un momento delicato. Ma per il ruolo di regista ho Schiattarella e Valdifiori, quindi siamo già siamo ben coperti. Se giocherà Murgia lo farà da mezzala e non davanti alla difesa, almeno per il momento. Il momento difficile di Lazzari? Anche questo passaggio deve servire alla sua maturazione. Da due anni a questa parte Manuel è sempre stato visto alla grande e può capitare anche a lui di giocare qualche volta sotto tono. Deve essere bravo a recepire i messaggi, sfruttarli positivamente e giocare sereno come ha sempre fatto, perché qui ha la stima incondizionata di tutti, in primis la mia. Sono convinto che già da domani avremo la possibilità di rivedere il solito Lazzari. I primi giorni di Jankovic? Si sta allenando bene e quindi spero di poterlo avere a disposizione il prima possibile, ci vorrà un attimino, è normale che debba lavorare un po’ a parte. Viviamo la situazione giorno per giorno in modo da registrarne i progressi. Il giocatore ovviamente deve recuperare anche la condizione mentale oltre a quella fisica. Se tutto andrà bene potrà essere convocato per la partita contro il Sassuolo, o in quella successiva. Vedremo di avvicinarlo gradualmente per fargli respirare l’aria della squadra e della partita”.

Tuttomercatoweb.com