Il noto giornalista tifoso della Fiorentina, Mario Sconcerti ha parlato ai microfoni di Radio Monte Carlo. Queste le sue dichiarazioni inerenti alla scomparsa di Davide Astori:

“Sono rimasto molto colpito dai messaggi che Astori ha ricevuto da centinaia di giocatori sparsi per il globo che forse neanche conosceva. Chi lo aveva conosciuto in campo internazionale come capitano della Fiorentina e giocatore della Nazionale aveva imparato ad apprezzare e capire la diversità di questo ragazzo, che senza essere un eroe ed un santo era una persona perbene. Buffon in questo è stato maestro a ricordarlo. Il non aver giocato Domenica? La gente non aveva più nessuna voglia ed in uno sport come il calcio la voglia è fondamentale. Il calcio è un circus che vive sotto lo stesso tendone e quando accadono queste cose improvvise tutti si sentono toccati nel profondo. Credo che si potrebbe pensare ad un rinvio di Fiorentina-Benevento per dare la possibilità di elaborare il lutto, tenendo conto che i funerali verranno fatti Giovedì. Una partita di distacco ad una squadra che ha subito un lutto credo sia inevitabile, lutto diverso perchè inaspettato ed ingiustificato, ammesso che ci sia mai una giustificazione per questo tipo di situazioni…”

Comments

comments