Mancava solo lui. O quasi. Roberto Baggio avrà una storia a lui dedicata su Netflix. Non sarà un documentario ma un film vero e proprio (un biopic, per quelli del mestiere). Non si sanno ancora durata e data di uscita (presumibilmente l’anno prossimo o al massimo l’inizio del 2021). Ma per ora basta l’annuncio.

La pellicola si chiamerà Il Divin Codino e poco altro filtra per il momento. Si sa che sarà diretto da una donna, Letizia Lamartire, regista pugliese classe ’87 che con Netflix ha già lavorato per la serie Baby. A interpretare il delicatissimo ruolo di Baggio sarà il 26enne abruzzese Andrea Arcangeli, capelli biondi, occhi chiari e uno sguardo che ricorda molto quello dell’ex campione azzurro, seduto in conferenza stampa accanto a lui.

Il film coprirà i 22 anni di carriera di Baggio, dagli esordi nel Lanerossi Vicenza all’ultimo step della sua immensa carriera a Brescia, senza dimenticare ovviamente le esperienze in maglia azzurra. Non si parlerà però solo di campo ma si analizzerà anche l’uomo Baggio che con il suo carattere introverso e la sua semplicità è riuscito a conquistare il cuore di tutti i tifosi. “E’ la storia di un uomo umile con un talento smisurato che con le sue giocate ha cambiato il calcio italiano. Racconteremo anche il percorso di una persona che attraverso le sofferenze personali ha raggiunto grandi trionfi in campo”, ha dichiarato la regista Lamartire in conferenza stampa. Baggio in persona seguirà di persona l’intera realizzazione della pellicola.

Corrieredellosport.it