15 Maggio 2021 · 17:17
19.8 C
Firenze

Lezione di Friedkin a Commisso. La risposta può essere Sarri. De Zerbi non ha mai rifiutato

La Roma ha annunciato il grande colpo in panchina, si tratta di Mourinho, il più vincente allenatore dopo Guardiola. Come risponderà Commisso?

In casa Fiorentina il tema allenatore è al centro della programmazione societaria, tutto passerà di li, in attesa di fare questi 3 punti nelle restanti 4 partite in campionato per la definitiva salvezza.

Nella giornata di oggi è arrivato il grande colpo della Roma, con la proprietà americana targata Friedkin che nonostante la mancata qualificazione europea della squadra giallorossa, ha avuto la grande voglia di rilanciare ingaggiando Josè Mourinho, vale a dire il tecnico più vincente degli ultimi 20 anni, dopo Pep Guardiola. Stiamo parlando di un salto di qualità enorme sotto tutti i punti di vista, a partire delle ambizioni che naturalmente uno come Mourinho ti porta in dote. Se prendi uno come lui il tuo obiettivo diventa vincere attraverso l’acquisto di grandi giocatori. Ecco perchè i tifosi romanisti hanno tutti i motivi per essere al settimo cielo.

Questo può essere un grande stimolo per il numero uno della Fiorentina, Rocco Commisso che si, non può paragonarsi certo con Inter, Milan e Juventus ma può e deve sentirsi stuzzicato dal grande rilancio di casa Roma, arrivato proprio grazie alla nuova proprietà americana.

In casa Fiorentina il futuro passa dalla scelta del nuovo allenatore, da questa scelta si capiranno le ambizioni societarie future.

Da diverso tempo si fa un gran parlare di Gattuso ma in realtà, anche se in tanti dicono il contrario, quello dell’allenatore del Napoli non è un profilo nelle preferenze di Daniele Pradè, il direttore sportivo confermato alla guida dall’area tecnica (nei prossimi giorni arriverà il nero su bianco) avrà una spalla per il suo lavoro con Joe Barone destinato ad altri compiti.

Tornando all’allenatore, i tre nomi nelle preferenze della Fiorentina restano Sarri, De Zerbi e Juric. Rigorosamente in ordine di preferenza all’interno della società viola.

La trattativa principale è quella con Roberto De Zerbi, un dialogo iniziato poco meno di 15 giorni fa e mai interrotto, l’alternativa è rappresentata da Ivan Juric, il profilo che lo scorso anno era davvero ad un passo dalla Fiorentina prima che Commisso decidesse di puntare ancora una volta su Beppe Iachini.

E poi c’è Sarri. I primi contatti con Sarri risalgono allo scorso ottobre, incontri personali non andati a buon fine per l’immediato ma con la promessa di risentirsi per la stagione successiva. Sarri chiede una rivoluzione vera e di avere tutto in mano. Ma in questo caso, la risposta può arrivare solo da Commisso. Solo il patron viola può prendere in mano questa situazione e portarla in porto. Sembrava che Sarri fosse destinato alla Roma, con tutti che lo davano praticamente gia a Trigoria, poi la grande sorpresa giallorossa chiamata Josè Mourinho. Adesso i discorsi con i viola possono tornare ritornare a vele spiegate.

Perché la pista Sarri è sempre percorribile e perché non è sbagliato aspettarsi una grande campagna acquisti?

Il perché è semplice e chiaro. Se a Commisso viene prospettato un gran rifacimento del Franchi con annessa zona commerciale, il presidente potrebbe destinare le risorse che aveva in mente per lo stadio nella squadra stessa, riuscendo negli anni ad ammortizzare tutte le cifre con i ricavi degli aumenti Mediacom in termini di immagine.

Per spiegarla in parole povere: Commisso una volta appurato che nel rifacimento del Franchi ci sarebbe spazio anche per le sue aree commerciali, potrebbe investire “temporaneamente” cifre cospicue per la squadra. Diciamo “temporaneamente” perché più cresce il brand Fiorentina e più cresce anche il brand Mediacom, facendo volare quest’ultima nei mercati americani. Quindi quello che spende oggi, lo recupera poi attraverso Mediacom.

A riguardo il presidente spiego a Forbes, appena arrivato a Firenze che : “Il mio compito è cercare di aumentare i nostri ricavi, il che va di pari passo con il volume delle sponsorizzazioni e dei ricavi commerciali”.

Di seguito i numeri di Mediacom da quando Commisso ha acquistato la Fiorentina:

1) Ricavi superiori ai due miliardi di dollari nel 2020 per la Mediacom.

2) Aumento del del 6,9% nel quarto trimestre del 2020 rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, dati che rappresentano dei record nei 25 anni della storia di Mediacom.

3) Ricavi per 2,131 miliardi di dollari, il 4,9% in più rispetto al 2019, con un risultato operativo di 898,9 milioni di dollari (+11,2%). L’indebitamento netto alla fine del quarto trimestre dell’anno, si legge, è stato pari a 1,713 miliardi, con una riduzione di 471,7 milioni rispetto al 31 dicembre 2019. Risultati davvero eccezionali, di fronte alle grandi sfide economiche e operative causate dalla pandemia del coronavirus.

4) Il reddito operativo prima del deprezzamento e ammortamento è cresciuto del 16,3%, ed ha generato un flusso di cassa libero di 151 milioni. Entrambi i dati rappresentano dei record nei 25 anni della storia di Mediacom.

5) Il flusso di cassa è stato invece pari a 538,0 milioni, con un aumento del 28,4% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, mentre nel quarto trimestre 2020 i ricavi sono stati pari a 549,4 milioni di dollari, con un aumento del 6,9% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

6) Il flusso libero di cassa in costante crescita è degno di nota e ha consentito a Mediacom di ridurre il debito di 600 milioni di dollari negli ultimi due anni, nonostante il finanziamento di 1 miliardo per investimenti e per l’acquisizione e il sostegno della Fiorentina.

Quindi a somma di quanto esposto sopra è chiaro che il mercato della Fiorentina, dipenda da una serie di incastri tra il nuovo Franchi e la Mediacom, se queste pedine si incastrano tra di loro, il futuro può essere più che roseo.

Flavio Ognissanti, Francesco Pistola

INTANTO PROSEGUONO A GONFIE VELE I LAVORI PER IL NUOVO CENTRO SPORTIVO DELLA FIORENTINA

Commisso a Bagno a Ripoli, proseguono veloci i lavori per il Viola Park. Pronto fra un anno

CONDIVIDI

ULTIMI ARTICOLI

Primavera: Inter-Fiorentina 1-0, quinta sconfitta di fila per la viola

A Milano la Fiorentina ha perso contro l'Inter per la rete di Bonfanti al 91' del secondo tempo. La Forentina rimasta a quota 24...

Convocati Fiorentina con il Napoli, assente ancora il portiere Rosati

Questa è la lista definitiva dei giocatori della Fiorentina convocati dal mister Beppe Iachini in vista della gara di domani alle ore 12:30 contro...

CALENDARIO