8 Marzo 2021 · 03:53
6.5 C
Firenze

LA FIORENTINA CHIAMA MANCINI PER KOKORIN. TRATTATIVA NON ANCORA CHIUSA

I dettagli dell’affare Kokorin che ancora, non è chiuso

Il nome che circola da diverse ore in orbita Fiorentina sembrerebbe sempre più verificato: Aleksandr Kokorin è trattato dalla Fiorentina. Diciamo subito però, che all’ora in cui scriviamo, che ancora non si è pronti per la chiusura dell’affare.

Kokorin, vicino alla soglia dei 30 anni, è un giocatore tecnico, destrorso, e rapido nell’uno contro uno ma sicuramente non è una prima punta, questo non significa che non segni reti, ma che ci fa capire come, in un teorico 3-5-2 si giocherebbe il posto con Ribery, a meno che non venga riproposto un 3-4-2-1 che non ha pagato nella debacle di Napoli. In stagione, in maglia Spartak, vanta 8 presenze e 2 reti in 365 minuti in campo pari ad un gol ogni  182 minuti (e spiccioli). In ogni caso se l’ex ds viola Oreste Cinquini, lo ha definito come uno dei giocatori russi più forti, ci fidiamo.

Ideale potrebbe essere l’impiego assieme a Vlahovic che gode dell’assoluta fiducia di Prandelli. Kokorin per altro, è stato allenato da Roberto Mancini, attuale CT della Nazionale ed ex allenatore della Fiorentina, proprio ai tempi dello Zenit S. Pietroburgo (stagione 2017/18) dove l’attaccante segnò 19 gol in 35 gare, ed è proprio a Mancini che la società avrebbe chiesto un parere in amicizia.

Non vogliamo soffermarci sull’aspetto comportamentale del ragazzo ma provare a far luce sui retroscena di calciomercato, che precisiamo, sono sempre in continua evoluzione ed ancora lontani dal definirsi conclusi.

E prendendo un’intervista rilasciata a Siamolaroma.it, il giocatore non nascose la sua voglia di venire a giocare in Italia, all’epoca era seguito dai giallorossi capitolini (agosto 2020), e così dichiarò: “Ci sono molte squadre interessate, vediamo. Fra poco il mio contratto scade e a breve dovrò fare il punto della situazione. Mi piace l’Italia e lo stile di vita italiano”.

Il russo era assistito da Davide Lippi fino a dicembre 2019, procuratore assiduo in casa viola, poiché oltre all’affare Ribery, aveva portato anche Lirola, oggi al Marsiglia. In questo giro, oltre alla già citata “benedizione” di Roberto Mancini, c’è anche la mediazione di Andrea, il figlio, che ha un ruolo di scouting negli uffici gigliati con Daniele Pradè suo supervisore. Andrea, ex giocatore dei New York Cosmos dove conobbe Commisso, è alle sue prime esperienze dirigenziali e chissà se Kokorin sia la sua prima vera grande mossa in concordato con Pradè, Angeloni, Antognoni e Barone.

La base d’intesa con lo Spartak Mosca parrebbe essere posta su una cifra intorno ai 5mln di euro con un contratto di 1.5mln annui più bonus legati al rendimento per una durata di 2 anni con opzione.

Seguiranno dunque sviluppi, si attende il via libera di Commisso, ma ancora ci sono molti nodi da sciogliere per il suo arrivo.

Articolo a cura di Gabriele Caldieron

LEGGI ANCHE: SKY SPORT, IL CENTRAVANTI KOKORIN VICINO ALLA FIORENTINA PER 4 MILIONI, AFFONDO VIOLA AVVENUTO NELLA NOTTE

Sky Sport, il centravanti Kokorin vicino alla Fiorentina per 4 milioni, affondo viola avvenuto nella notte

CONDIVIDI

ULTIMI ARTICOLI

Caressa: “Bloccato nel traffico a Firenze, mi portò in moto allo stadio un tifoso della Fiorentina”

Curioso aneddoto quello raccontato da Fabio Caressa nel corso della trasmissione "Il club" in onda su Sky Sport, una scena molto simile a quella...

La formula per restare in A esiste 3×12=36/2=18+26=44 ma i numeri non bastano, serve altro

Sembrava che i botti fuori al centro sportivo avessero funzionato, e invece abbiamo ripreso gol nel finale Può sembrare una formula magica ma è solo...

CALENDARIO