21 Ottobre 2021 · 05:52
13.4 C
Firenze

Italiano: “Vlahovic vuole restare, sta trattando rinnovo. Nuovo capitano sarà Biraghi, uomo guida”

Alla vigilia del suo esordio in campionato contro la Roma, l'allenatore della Fiorentina Vincenzo Italiano ha parlato in sala stampa

Moena, stadio Benatti, 28.07.2021, allenamento, foto Lisa Grelloni. Copyright Labaroviola.com

Oggi ha parlato in conferenza stampa Vincenzo Italiano, allenatore della Fiorentina in vista della prima sfida tra Roma e Fiorentina in programma domani alle ore 20:45:

Poco più di 24h alla partita, come la stai immaginando la prima in Serie A?

La sto sognando come tutti gli allenatori che preparano una settimana così importante a livello personale, di squadra, di società. Si è cambiato qualcosa, anche tanto. Domani abbiamo il nostro primo esame contro una squadra fortissima contro un granissimo allenatore. Per me ci siamo preparati con la giusta attenzione. Cercheremo di mettere in difficoltà la Roma, di interpretare bene la gara.

Quanto è difficile l’approccio ad una partita come quella di ieri e sapendo che sul mercato c’è un nodo importante come quello di Vlahovic?

La situazione di Vlahovic rispetto all’ultima conferenza non è cambiata. Sta trattando il rinnovo con la società, è convinto di far parte di questa squadra, il ragazzo è concentrato si allena sempre bene. Quello della trattativa ora sta capitando a lui. Il problema è che deve risolvere questa sua cosa personale. Sulla permanenza non ci sono problemi.

Un aggettivo per descrivere la sua Fiorentina…

“Difendere bene e attaccare benissimo” è per dire che se non si gioca bene in entrambe le fasi è difficile vincere le partite. Prima di tutto la Fiorentina deve proporre quanto fa in settimana, fare quello che chiede una partita di calcio, mettendo il grande furore e qualità. Bisogna cercare di portare a casa il risultato, bisognerà gestire i vari momenti delle partite. Dovremo aver voglia di avere palla tra i piedi e colpire l’avversario. Son contento per come i Nazionali si sono integrati, dobbiamo cercare di partire con il piede giusto domani. Serve la giusta mentalità come nella partita di Coppa Italia. Partiamo da lì e dentro ci metteremo se siam bravi anche il risultato.

E’ partito Pezzella, chi sarà il nuovo capitano? Le motivazioni…

Pezzella l’ho conosciuto per pochi giorni, ci siamo salutati e penso che German sia una grande persona, credo che la Fiorentina lo abbia sostituito con un grande uomo, Nastasic. In bocca al lupo a German, si farà valere per qualità umane e tecniche, è un professionista esemplare. Penso che il capitano in questo momento, anche per come ho vissuto questo mese e mezzo, credo che Biraghi possa essere un calciatore che può prendere l’eredità di German. Anche la sua voglia di riscatto, di essere un punto di riferimento possa essere una guida per i suoi compagni. Penso che possa aiutarlo, sono convinto che ha qualità e può far gioire e trascinare i suoi compagni. Personalmente non gliel’ho ancora comunicato. Sicuro che queste parole gli faranno piacere. Come vice, tutto il resto della squadra. Sia se uno ha la fascia o no. Voglio che tutti ragionino in questo modo.

Vlahovic, il suo rinnovo tiene in ansia una tifoseria intera e anche società. Come sta trovando Dusan in questi giorni molto difficili? Gliel’ha ribadito che vuole restare anche stamani?

In una trattativa per il rinnovo è lui e la società. A me sono aspetti che interessano poco. Il ragazzo vuole rimanere qua, la società vuole che rimanga. Sta trattando con grande serenità, un giorno termine vicino, un giorno si complicano. Parlo spesso con lui, starei 24h su 24h a parlare con i ragazzi. In questo momento è al 100% e sono sicuro che sarà al 100% un giocatore della Fiorentina.

Che cosa la preoccupa di più in questo momento? Iniziare con un cantiere aperto? Che si aspetta dal mercato?

Normale un cantiere aperto, lavoriamo da un mese. Mi preoccupa il fatto di avere meccanismi, un’organizzazione e un’identità. Nessuno può essere perfetto dopo un mese, il primo pensiero è quello. Mercato sempre aperto? Vale per tutti, ma non è preoccupante per quello di cui parlo con la società. Domani abbiamo la Roma con Pellegrini, Mancini, Ibanez, El Shaarawy son quelli che mi hanno fatto perdere qualche ora di sonno. Il resto tutto è risolvibile. Dovremo mettere a posto velocemente le problematiche delle 21 di domani.

Come si sta approcciando a questa gara? Tridente?

Indicazioni importanti sono arrivate dalla gara di Coppa Italia. Mi è piaciuto tantissimo l’approccio. Per quanto riguarda la formazione io ho sempre tantissimi dubbi, incognite. Ci prepariamo sempre tutti per essere pronti. Tutti si può essere chiamati in causa. In questo momento ho tanti dubbi, non per forma o chissà cosa ma per quanto riguarda l’andare a mettere in difficoltà l’avversario. Anche per strategia di gara. Sarà sempre così. La formazione mi piace mescolarla, qualcuno si guadagna la settimana e la conferma, qualcuno non può averla. Speriamo che entro domani i dubbi siano meno. Serve sbagliare il meno possibile, questo è quello che cerco di fare tutte le settimane.

A Moena nel corso di un allenamento aveva detto “se facciamo così Mourinho vince con la sigaretta in bocca”… cosa può dire al portoghese? Al 21 di agosto è soddisfatto dalla sua squadra?

Mi auguro sia servita per cercare di spronare al massimo i ragazzi, era una battuta, era per dire che per metterlo in difficoltà bisognava accelerare e penso che questo i ragazzi l’abbiano percepito. Sanno che per competere al massimo bisogna simulare le difficoltà della partita. Domani dovremo andare forte, mi auguro sia servita questa battuta. E’ per presentare il nostro cammino, saranno tutte battaglie, partite da affrontare con il coltello fra i denti. La prima davanti ad uno degli allenatori più forti, calciatori forti e stadio importante.

Quant’è importante per un allenatore quanto ha detto Milenkovic, Castrovilli? Il nuovo corso… un rinnovo di Nikola che sembrava utopia…

Sono contento di questa domanda. Milenkovic dopo aver firmato il rinnovo mi ha parlato, mi ha detto delle parole che mi hanno fatto emozionare. Lo conosco da 30gg e sentirsi dire quelle parole davvero mi ha fatto un immenso piacere. Queste sono le vittorie più belle, soddisfazioni. Penso che la Fiorentina abbia tenuto in squadra un ragazzo di valore sopratutto per l’aspetto umano. Vedo quanto ci crede. Vedo come si allenava. Battuto “Tu non sembri uno che può andar via”. Averlo a disposizione così motivato è un’arma in più per la Fiorentina. Questo è l’acquisto più bello in questo momento. Immenso piacere parole Castrovilli e Commisso. Grandi motivazioni che crescono con queste parole di stima.

Il centrocampo, per quanto riguarda il regista è a posto? E’ quello definitivo?

Penso che ci siano tante qualità diverse caratteristiche. C’è gente che sa lavorare palla al piede, inserire, questa varietà, son contento. E’ un lavoro che bisogna poi ricercare a livello strategico. In questo momento Pulgar mi sta piacendo, sta crescendo, si applica. Anche Bianco uguale. Ora siam questi. Soprattuto in mezzo al campo c’è qualità, ragazzi intelligenti e caratteristiche da sfruttare. Domani anche ho qualche dubbio, spero di metter dentro i più qualitativi e determinati per la gara.

Nei giorni scorso il presidente ha parlato di speranza nel 10° posto…

Io in questo momento non faccio pronostici o tabelle. Mi preoccupo solo di veder proporre quello che facciamo, di veder giocare bene a calcio la Fiorentina in entrambe le fasi. Se dovessimo arrivare a questo, non pongo limiti a nulla. Dobbiamo cercare di migliorare rispetto agli anni precedenti, crescere ed avere ambizioni importanti. Il mio primo pensiero è iniziare a giocar bene, da lì può accadere di tutto. Per quest’inizio mi sento di dire questo. Non so a cosa andremo incontro, avremo di sicuro dei momenti negativi, di difficoltà.

Partita domani della Roma, tattica o più fisica? Che cosa l’ha colpita di questa Roma?

La Roma continua sulla falsa riga dello scorso campionato, ha giocatori di altissimo livello. Bisogna stare molto attenti, se gli lasci campo sanno fare di tutto, dominare le partite. Una delle squadre protagoniste di questo campionato. Dovremo stare molto attenti. Molto pericolosi sulla palle inattive, bisogna concedergli poco. Serve attenzione e cercare di limitarli, creare difficoltà.

LEGGI ANCHE, CORSPORT, ZAPPACOSTA SARÀ DELLA FIORENTINA: HA MANTENUTO LA “PROMESSA” FATTA. NO ALL’ATALANTA

CorSport, Zappacosta sarà della Fiorentina: ha mantenuto la “promessa” fatta. No all’Atalanta

CONDIVIDI

ULTIMI ARTICOLI

CALENDARIO