SIAMO INCONTENTABILI E CI PIACCIAMO COSÌ, AMORE INDISSOLUBILE TRA FIRENZE E LA FIORENTINA…

"Finché morte non ci separi"

0
489
Curva Fiesole Old Style

Noi non ci accontentiamo mai.
È questo il vero fiorentino, colui che se va a vedere i fuochi di San Giovanni esclama: “Erano meglio quegli altr’anni” parafrasando Pieraccioni nella sua canzone intitolata Firenze.

Fiorentino è colui che quando veste la maglia viola si sente legato a Ponte Vecchio e Piazzale Michelangelo prima che a qualsiasi altra cosa. È un legame indissolubile, quando lasci la tua Firenze per andare al mare o semplicemente fuori per lavoro al ritorno quando vedi in autostrada il cartello con su scritto FIRENZE ti senti a casa davvero.

Fiorentino è colui che al telegiornale sportivo pensa: “Si si, ma della Fiorentina quando parli?” Pretendiamo il meglio sempre, ed è per questo quando un giocatore esulta sotto la nostra curva lo adoriamo in modo particolare… Penso a Fantini che con due goal ha scritto la storia, o a Joaquin che contro il Palermo dopo aver segnato un gioiello si presentò sotto la Fiesole. Vi ho citato due giocatori importanti si, ma non quanto i mostri sacri.
Esser fiorentino significa soffrire quando gioca la Fiorentina, quando vince o perde la giornata svolta in un senso… O nell’altro.
“Di dove sei?” “Sono di Firenze” “Wow che bella che è Firenze, ci sono stata poco tempo fa” Noi ci sentiamo come turisti ogni volta che prendiamo un gelato e passeggiano in piazza Santa Croce.

Ma vuoi mettere un panino con il lampredotto ed un piatto di trippa?

È per questo che ci arrabbiamo con chi ci tradisce, è per questo che stiamo male se la Fiorentina perde.

La nostra maglia è viola, un colore che poche altre squadre al mondo hanno adottato. Semplice: Firenze è unica, è vanesia tanto quanto noi. Ci sentiamo superiori a tutti e del parere altrui non ce ne importa niente.

Il fiorentino è bello perché non si accontenta mai, perché ama talmente tanto che non vuole nessuna macchiolina ad intaccare la città, un monumento, la squadra.

Firenze è amore, la Fiorentina una fede. Ogni giorno che ci alziamo ci rendiamo conto che non potremmo mai e poi mai perderci un momento della nostra squadra, perché significherebbe perdersi un pezzo della nostra vita.

Romanticamente,

Gabriele Caldieron

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.