29 Novembre 2020 · 10:44
11.2 C
Firenze

Il passo indietro che delude i tifosi viola, qual è l’obiettivo con Iachini?

Beppe Iachini è stato confermato sulla panchina della Fiorentina da Rocco Commisso. Una decisione che va contro le ambizioni sbandierate fino ad ora della proprietà americana

Beppe Iachini è stato confermato sulla panchina della Fiorentina anche per la prossima stagione

La conferma di Beppe Iachini sulla panchina della Fiorentina è stata una doccia fredda per la maggior parte dei tifosi viola che non hanno preso benissimo questa decisione. Sia chiaro, il problema non è Iachini, che in questi 7 mesi sulla panchina ha raggiunto il suo obiettivo con lavoro, abnegazione e passione.

Quello che emerge dopo questa scelta è che c’è un ridimensionamento delle ambizioni. Se volevi lottare per il quarto posto avresti preso Spalletti, che non aspettava altro di una chiamata e di una proposta all’altezza delle parole pronunciate in questi 13 mesi da Rocco Commisso. Spalletti o un nome all’altezza di questa ambizione.

Vertice del calcio italiano, Champions League. Queste sono state le ambizioni sbandierate da Joe Barone e Rocco Commisso in questi mesi. Alle parole sarebbero dovuti seguire i fatti. Addirittura si parlava anche di un gioco capace di divertire il tifo gigliato, di un profilo di fama internazionale per far accendere i riflettori europei su Firenze e la Fiorentina.

Il popolo viola della Curva Fiesole

La scelta di Iachini è la secca smentita di tutto questo.

In questi mesi il tecnico con il cuore viola ha fatto vedere un gioco brutto e anni 60, fatto di catenaccio e contropiede. Le azioni offensive si basavano sostanzialmente sulle invenzioni dei due giocatori più forti di questa rosa, ovvero Chiesa e Ribery. Se non accendevano la luce loro due, la pericolosità offensiva della Fiorentina era praticamente nulla.

Un gioco buono per raggiungere il traguardo della salvezza tranquilla e della meta classifica. Ma se vuoi ambire ai primi posti della classifica non puo essere questo l’approccio.

Non poteva essere vera una squadra arroccata in difesa in tutte le partite giocate, un catenaccio da far impallidire Romeo Rocco.

Confermare Iachini vuol dire rinunciare alle ambizioni di alta classifica nella prossima stagione, vuol dire probabilmente sapere già di cambiare alla fine della prossima stagione nuovamente il tecnico. Vorrà dire ripartire ancora da zero fra 12 mesi. Sembra essere tornati ai tempi degli ultimi anni dei Della Valle dove l’obiettivo era il settimo/ottavo posto.

La domanda che rivolgiamo a Commisso e alla società viola è la seguente: ma non doveva essere questa la stagione di transizione? Ora ne sono diventate due le stagioni da affrontare in attesa del grande salto di qualità?

Joe Barone, Rocco Commisso e Daniele Pradè

I tifosi viola sono delusi, adesso servirà una grande campagna acquisti per far tornare l’entusiasmo nell’ambiente viola. Se non arriverà, questa scelta è stata acqua sul fuoco sull’entusiamo viola acceso con l’arrivo della nuova proprietà americana.

COMMISSO ANNUNCIA LA DECISIONE DI  CONFERMARE BEPPE IACHINI SULLA PANCHINA DELLA FIORENTINA 

CONDIVIDI

ULTIMI ARTICOLI

Gazzetta, Ribery non ha mai perdonato la rapina in casa. Il suo rinnovo è in dubbio

Prandelli ha parlato molto in questi giorni con Franck Ribery. Ha cercato di riaccendere il fuoco che lo anima nei momenti migliori. Quello che...

CorFio, Bonaventura e Cutrone, i due ex hanno sete di vendetta. Le due carte a gara in corso?

Salvo sorprese dell’ultimo minuto cominceranno la sfida di San Siro entrambi in panchina, ma i due ex Bonaventura e Cutrone si augurano di poter...

CALENDARIO