L’Inter è entrata nell’ordine di idee di pagare la clausola per Matias Vecino: 24 milioni in due rate annuali da 12 milioni, cifra piuttosto impegnativa. Sabatini e Ausilio proveranno ancora in queste ultime ore a inserire una contropartita tecnica per abbattere parzialmente l’esborso in contanti, ma l’impressione è che Corvino, d.s. della Fiorentina, non intenda proprio trattare. Insomma, i nerazzurri hanno di fatto una sola via per portare a casa il 25enne uruguaiano: versare appunto per intero l’importo della clausola. E Alessandro Lucci, agente di Vecino e intermediario dell’operazione con la Fiorentina, avrebbe già avuto il via libera da parte dei vertici di Corso Vittorio Emanuele. Fra domani e venerdì potrebbe esserci la svolta decisiva.

Vecino è una richiesta targata Spalletti, che avrebbe ulteriormente spinto in questa direzione nella cena di lunedì sera con Sabatini e Ausilio. Classe ‘91, l’uruguaiano è un centrocampista centrale, discreto regista, fisico solido, 13 presenze e un gol in nazionale.
La Gazzetta dello Sport

Comments

comments