Tra i calciatori “aggrediti” durante il gennaio di compravendite anche il primo amore della nuova Fiorentina: Sandro Tonali. Il club di Commisso, attraverso il lavoro di Joe Barone e Daniele Pradè, ha infatti offerto 50 milioni per il centrocampista del Brescia. Una cifra monstre per un calciatore considerato una stella dal pianeta viola, prototipo degli elementi cardine del futuro. L’ “all in”
è stato respinto dal club di Cellino e quasi certamente Tonali (in orbita anche Juve) non sarà mai un giocatore viola. Ma il retroscena testimonia l’incredibile voglia di investire sulla Fiorentina da parte del presidente Commisso tra infrastrutture (centro sportivo e, spera, lo stadio) e la squadra. A riportarlo è La Gazzetta dello Sport.