19 Gennaio 2022 · 17:53
10.8 C
Firenze

Furia di Elisabetta Nervi: “Abbiamo diffidato la Fiorentina, parole Commisso danno d’immagine”

Le parole di Commisso sul Franchi hanno scatenato una marea di reazioni e polemiche, e da casa Nervi non l'hanno presa benissimo...

“Abbiamo deciso di inviare la diffida ad Acf Fiorentina dopo le parole di ieri”.

Che le parole di Rocco Commisso al Fianancial Times, dove apostrofava pesantemente lo stadio Franchi definendolo quantomeno “orrendo“, avrebbero avuto pesanti strascichi si era capito da subito. Le reazioni da subito erano state accese, a partire dalla famiglia Nervi, passando per gli ordini professionali e il parere dei tifosi, criticando modi e termini del patron viola, colpevole di aver usato parole troppo forti. Perchè se l’italiano è plasmabile e utilizzabile in vari modi, “shittest“ in inglese lascia poco spazio alla fantasia.

La fondazione Pier Luigi Nervi, tramite la segretaria generale Elisabetta Margiotta Nervi, già ieri sulle nostre pagine aveva commentato le parole di Commisso, definendole inaccettabili.

“Riteniamo gravissimo che qualcuno si permetta di dire certe cose – proseguiva Margiotta Nervi -. Fa molta rabbia il fatto che lo stadio Franchi venga descritto come una cloaca, con termini e frasi troppo sopra le righe per passare inosservate. Posso solo sperare che la città si faccia sentire, parole come queste ledono all’immagine di Firenze”.

Dopo 24 ore di riflessione è arrivata la decisione di passare davvero per le vie legali contro la Fiorentina, aspettando risposte dal presidente in persona.

“Abbiamo deciso di mandare tramite Pec una lettera di diffida alla ACF Fiorentina – spiega Elisabetta Margiotta Nervi -. Le frasi ingiuriose del presidente della società, ledono l’immagine e la reputazione di Pier Luigi Nervi, e questo non è accettabile”.

Un attacco che la famiglia e la fondazione non hanno accettato, anche alla luce della portata mediatica che l’intervista al famoso portale ha messo in evidenza.

“Chiediamo che Rocco Commisso risponda di quello che ha detto”, chiude Margiotta Nervi.

La Fiorentina, da subito, ha provato a spiegare che le parole di Rocco Commisso siano state mal interpretate, e che si riferisse allo stato di conservazione dell’impianto, e non alla parte architettonica. La società ha inoltre specificato che la rabbia del presidente era rivolta alla gestione politica dell’impianto e di come gli è stato impossibile lavorare liberamente. Lo scrive La Nazione

DRAGOWSKI VERSO UNA MAGLIA DA TITOLARE CONTRO IL GENOA

Radio Bruno, Italiano considera Dragowski il titolare, a Napoli semplice giornata no, titolare lunedì

CONDIVIDI

ULTIMI ARTICOLI

CALENDARIO