Sebastien Frey ha parlato alla Repubblica di Lafont, queste le sue parole:

«I compagni di reparto devono sentire piena fiducia in lui. Alban è forte e può diventare molto forte. Ha molta personalità e questo a volte gli fa fare cose un po’ discutibili. Ma essere un po’ matti da giovani può essere un ottimo segnale. A quell’età si agisce spesso di istinto. La saggezza viene dopo. Io credo che Lafont possa diventare un numero uno importante. Glielo dissi al telefono: ora vai in Italia e non sarai più coccolato come in Francia. Devi conquistarti la fiducia dei tifosi. Quindi fare cose semplici e piano piano acquisire autostima. E questo è un buon segno. Essere un po’ folli può essere una qualità. Anche io ero così, anche se coi piedi ero meno bravo. L’importante è che Alban impari a evitare certi rischi. Ma lo farà. Di sicuro ha pagato un po’ il prezzo dell’ambientamento. Ma facendo i conti non ha fatto certo male fino ad oggi».