Giovanni Simeone non segna da 10 partite, quasi tutte giocate per intero, per un totale di 860 minuti. Nella storia della Fiorentina solo un giocatore ha fatto peggio di lui, stiamo parlando di Nuno Gomes, che nella stagione 2001/2002 (quella della retrocessione e del fallimento) ebbe un digiuno di 890 minuti, una differenza di 30 minuti con il cholito.

Ebbene, se l’attaccante argentino non dovesse segnare nella prima mezz’ora della partita contro il Sassuolo, sarà nei numeri, il centravanti titolare della Fiorentina più scarso della storia.

Altri digiuni pesanti nell’era Della Valle sono stati:

• Amauri 849 minuti

• Mario Gomez 493 minuti

• Pazzini 489 minuti

Anche Santiago Silva, che però non è mai stato titolare, non ha mai avuto un lungo digiuno di reti con la maglia della Fiorentina