di Flavio Ognissanti

La Fiorentina sta avendo problemi gravi in attacco e in questi giorni sta emergendo come Balotelli sia ormai un ex giocatore del Nizza, il club francese, dopo la lite con il tecnico Vieira, lo ha messo alla porta. La nostra è una speranza, un sogno, un grande provocazione. Portiamo Mario Balotelli a gennaio a Firenze. Quest’estate qualche contatto c’era stato, un timido sondaggio, una richiesta informazione finita alla richiesta d’ingaggio del calciatore che guadagna oltre 4,5 milioni di euro l’anno. Una cifra sopra ogni tetto della società viola. Ma adesso le cose sono un po’ cambiate, sia dalla parte viola che di quella del calciatore

Ecco quattro motivi per cui l’ingaggio di Balotelli con la Fiorentina sarebbe la soluzione ideale

  1. Risolve il problema del centravanti in casa viola. Basta guardar giocare Simeone e ci si accorge che il male minore è quello del mancato gol (non segna da quasi 900 minuti) e già questo è tutto un dire. Il cholito sbaglia passaggi, tocchi, movimenti, oltre che gol clamorosi. Immaginate se in queste prime partite ci fosse stato Balotelli, quanti punti avrebbe in più la Fiorentina?
  2. Dai un grande assist alla nazionale. Il grande problema in casa azzurra in questi primi mesi con Roberto Mancini alla guida è proprio la finalizzazione, Belotti si è sgonfiato dopo un solo anno, Immobile non fa la differenza ad alti livelli, il resto, da Lasagna a Pavoletti non sono pervenuti. Ed ecco che la soluzione, indicata anche dal commissario tecnico, sarebbe quella di rilanciare Super Mario. Fra un anno e mezzo si giocheranno gli europei, sia per il calciatore che per la nazionale, non ci sarebbe cosa migliore di far tornare in Serie A il centravanti. Lui ha una voglia matta di far ricredere tutti quelli che lo hanno criticato.
  3. Riporti entusiamo a Firenze. Balotelli in passato non è stato amato dai tifosi viola, colpa di quella serie interminabile di rigori che scipparono la Champions League nella stagione 2012/2013, ma tutti, non solo nel capoluogo toscano, sanno dalla forza di Mario. Un colpo del genere riaccenderebbe la fantasia ad un popolo che non sogna più, farebbe rialzare l’asticella ad un gruppo troppo piatto a livello caratteriale. Uno stronzo in uno spogliatoio di bravi ragazzi in campo darebbe qualcosa in più non solo in campo ma a tutto l’ambiente.
  4. Problema ingaggio, la soluzione. Molti direbbero “Si vabbe ma chi glielo paga l’ingaggio” ma è quasi lo stesso giochino che ha portato Cristiano Ronaldo alla Juventus. Anche li dicevano la stessa cosa. In casa bianconera il più ricco guadagna 8 milioni, Cristiano ne guadagna 30. Se un personaggio del genere arrivasse a Firenze, gli sponsor sarebbero i primi ad essere contenti, come il merchandising che ne guadagnerebbe. Oggi Balotelli percepisce 4,5 milioni, si dovrebbe togliere un po di euro ma l’operazione gioverebbe tanto anche a lui e ai suoi sponsor (oggi la sua visibilità è ai minimi storici). Ergo, una soluzione economica si potrebbe facilmente trovare dato che la società viola ha un monte ingaggi molto basso e quindi 3 milioni in più non andrebbero di certo a rendere inaccettabile la situazione. Soldi, come detto, che poi ti tornano in tante maniere. Lo ripetiamo, con le dovute proporzioni, il caso Cr7 insegna.

Insomma, abbiamo sognato? Probabilmente si, ma la Fiorentina è dodicesima, i tifosi hanno perso la passione e l’attacco è sterile. Un pensiero, ce lo si può fare…