29 Novembre 2020 · 13:46
13.8 C
Firenze

Duncan: “Le ambizioni di Commisso mi hanno fatto scegliere la Fiorentina, darò tutto per questa maglia”

Ecco alcuni passaggi dell’intervista rilasciata da Alfred Duncan al Corriere Fiorentino:

Le prime partite, comunque, sono andate bene. Come sta procedendo il suo inserimento?

“Come dicevo, mi ha aiutato molto conoscere il mister e alcuni compagni. Per adesso sta andando tutto abbastanza bene e sono sicuro che giocando ancora insieme, e speriamo che possa accadere presto, le mie prestazioni e quelle della squadra potranno crescere ancora”.

Come ha ritrovato Iachini?

“Il mister è un bravo allenatore e una bravissima persona. Mi ha fatto molto piacere ritrovarlo. Ovviamente ogni squadra ha dinamiche diverse ma conoscevo l’impostazione di fondo del mister e questo indubbiamente mi ha aiutato”.

Quanto ha inciso la sua presenza sulla sua scelta di accettare la proposta della Fiorentina?

“Ovviamente sapere che alla Fiorentina c’era un allenatore che mi apprezzava ha contribuito ma Firenze è una piazza importante a prescindere, e credo che tanti giocatori sognino di giocare qui”.

È stata una trattativa molto lunga. Ha mai temuto che saltasse?

“Nel calciomercato non si sa mai cosa può succedere. È vero, ho dovuto aspettare un po’, ma alla fine la pazienza è stata ripagata e oggi sono felice di essere un giocatore della Fiorentina”.

Commisso ha speso una bella cifra per prenderla. Le pesa?

“Il calcio oggi è così, ma noi siamo professionisti e dobbiamo cercare di non pensare a queste cose. Dobbiamo pensare soltanto a fare il meglio sul campo, per noi stessi e, in questo caso, per la maglia viola”.

Lo stesso presidente ha anche detto che, in questo momento, serve un sacrificio da parte di tutti. Avete iniziato a parlare del taglio degli stipendi? E cosa ne pensa?

“Di questo tema stanno discutendo i rappresentati della società e quelli della squadra. Troveremo certamente una soluzione per aiutare il club”.

Torniamo al campo. Sul suo ruolo si discute molto. Ci dice in quale posizione si trova meglio?

“Credo di poter giocare in più posizioni del centrocampo ma il ruolo da interno che sto ricoprendo alla Fiorentina mi piace molto. Se il mister però un giorno decidesse di cambiare non avrei problemi”.

Lei, Castrovilli, Chiesa, Vlahovic, e altri ancora. Pensa che ci siano le basi per fare, anche personalmente, il salto di qualità?

“Lo speriamo tutti. Ho scelto la Fiorentina perché sono convinto che abbia un progetto serio. Il presidente è molto ambizioso”.

Quanto e cosa vi manca per lottare per l’Europa?

“Abbiamo bisogno di un po’ di tempo. Ci sono molti giovani in squadra, ma ci sono le potenzialità per crescere e lottare, presto, per obiettivi importanti”.

Chiudiamo con una promessa, e con un sogno…

“L’unica promessa che posso fare è quella di lottare e fare tutto per questa maglia. Sogni? Come tutti, spero di poter vincere qualcosa e tornare presto a giocare in Europa».

CONDIVIDI

ULTIMI ARTICOLI

Verso Milan-Fiorentina, oltre ad Ibrahimovic, rossoneri senza Bennacer e Castillejo

Per Milan-Fiorentina, gara che andrà in scena a San Siro oggi alle ore 15:00, Ismael Bennacer non è stato convocato per un affaticamento muscolare....

Prima Chiesa, poi Ribery. Due vittorie della Fiorentina negli ultimi due anni a San Siro. I precedenti

Gli umori di Milan e Fiorentina non potrebbero essere più agli antipodi di così: i rossoneri continuano a guidare la Serie A, con due...

CALENDARIO