23 Aprile 2021 · 20:10
20.3 C
Firenze

Dovellini: “Ribery non è arrabbiato con Prandelli. Pradè potrebbe restare. Rinnovo Vlahovic fermo”

Abbiamo sentito in esclusiva il giornalista della Repubblica, Matteo Dovellini. Queste le sue parole sui temi caldi di casa Fiorentina

1)Se la partita contro il Parma non dovesse andare bene ci sono possibilità di un possibile ribaltone in panchina con Prandelli esonerato?

“La sfida col Parma sarà decisiva per tutti, anche per Prandelli. Niente è escluso, il momento è altamente delicato”.

2) A che punto siamo con la programmazione del futuro viola? Pradè ha il futuro segnato?

“Marzo è un mese decisivo per mettere a punto la programmazione e iniziare a dare forma alla Fiorentina che sarà. Il destino di Pradè non è così segnato, nel senso che a oggi non ci sono indicatori così sensibili su una sua eventuale partenza. Il suo contratto in scadenza non rende la situazione tranquilla e in questa chiave ho letto il suo sfogo dopo la sconfitta di Udine. Comunque la sensazione è che Commisso voglia prima raggiungere la salvezza e poi iniziare a dare forma a una programmazione che, mi auguro, abbia già pensato e messo a punto nei dettagli”.

3) Mancheranno contro il Parma Ribery e Castrovilli, sarà l’occasione per rivedere Callejon dal primo minuto?

“Spero di si, perché un giocatore come Callejon non può fare panchina in eterno. Capisco che non sia adatto al 3-5-2 e che giochi in maniera più aderente al 4-3-3 o comunque in un tridente. Però addirittura non entrare neanche per qualche minuto mi pare davvero strano. Dopo sei mesi non è ancora in forma? Che succede? Scelta sul mercato, alla luce del suo impiego, totalmente incomprensibile”.

4) Abbiamo letto su Repubblica di un Ribery arrabbiato dopo la sconfitta contro la Roma, com’è il suo rapporto con Prandelli?

“Ribery è un leader, è realmente coinvolto in quel che sta accadendo e prova a mettere tutto sé stesso. Era arrabbiato perché in quel momento della gara credeva di poter dare ancora qualcosa alla squadra. Prandelli lo ha visto stanco e soprattutto ha scelto di chiudersi e di difendere. Scelta dell’allenatore che un giocatore deve rispettare, anche se contrariato nello stato d’animo. Il rispetto è la base, però. Credo fosse più arrabbiato per l’insieme di fattori (squadra in crisi, la classifica, il giallo pesante che gli farà saltare la sfida col Parma) che per la sostituzione in sé. Ribery ha comunque un peso specifico importante all’interno dello spogliatoio ed è per questo che una sua reazione va sempre analizzata e mai sottovalutata”.

5) Capitolo rinnovi, Dragowski e Vlahovic rinnoverano o seguiranno la strada di Milenkovic?

“Credo che sia Dragowski che Vlahovic possano rinnovare. Su Dusan, però, occorre essere chiari: al momento non ci sono segnali di un rinnovo imminente, di un’accelerazione su quel fronte. Le due parti, Fiorentina e procuratore, stanno dialogando da tempo ma la sensazione è che l’agente di Vlahovic in un momento come questo, con l’attaccante che segna spesso e la Fiorentina che è ancora in lotta per la salvezza, si voglia prendere un po’ di tempo per capire come andrà a finire ed eventualmente lasciare tutte le porte del mercato aperte. Funziona così, anche se la volontà del calciatore sarà determinante e finora Vlahovic ha sempre dichiarato di stare bene a Firenze. Penso che il rinnovo arriverà ma ci vorrà il suo tempo. Situazione da analizzare con molta attenzione, soprattutto perché si è in una fase di stallo”.

TMW, COMMISSO PRONTO A RICHIAMARE IACHINI

TMW, Iachini pronto a prendere il posto di Prandelli se contro il Parma non andasse bene. Lo vuole Commisso

CONDIVIDI

ULTIMI ARTICOLI

Di Livio: “Lippi alla Fiorentina sarebbe l’ideale. Con Terim era una squadra forte”

A TMW Radio ha parlato l'ex centrocampista che si è vestito di viola e di bianconero, Angelo Di Livio. Ecco la sua analisi sul...

Graziani: “Ancora manca tanto a Vlahovic per raggiungere Belotti”

Ciccio Graziani ha rilasciato un'intervista su Radio Bruno Toscana. Queste le sue dichiarazioni: "Ancora manca tanto a Vlahovic per raggiungere uno come l'attaccante Andrea Belotti...

CALENDARIO