28 Febbraio 2024 · Ultimo aggiornamento: 23:53

Labaro viola: il mondo viola minuto per minuto
Daspo per i due tifosi della Juventus che sono partiti in macchina verso Firenze per mettere striscione
News

Daspo per i due tifosi della Juventus che sono partiti in macchina verso Firenze per mettere striscione

Redazione

20 Maggio · 16:15

Aggiornamento: 20 Maggio 2022 · 16:15

Condividi:

DASPO emesso nei confronti di 2 ultra juventini, questi fanno riferimento all’episodio di domenica 30 gennaio 2021, quando fuori dalla Curva Fiesole del “Franchi” – il settore che ospita la tifoseria fiorentina – è stato apposto uno striscione firmato con il nome del gruppo ultrà juventino “Viking”.

Il gesto è avvenuto in concomitanza del trasferimento Vlahovic alla Juventus e nei giorni antecedenti aveva comportato proteste della tifoseria viola. Per la Questura di Firenze il fatto, nell’ambito della dinamica di rivalità tra le due squadre, comporta rischi per l’ordine e la sicurezza pubblica, visto anche il “tam tam” mediatico nonché una sorta di “caccia ai responsabili” che ne è scaturita.

La Polizia di Stato ha passato immediatamente al setaccio ogni singola immagine degli impianti di videosorveglianza cittadina e dello stadio, scoprendo rapidamente che lo striscione era stato appeso la mattina stessa da un gruppetto di persone scese dalla medesima autovettura.

Gli elementi di prova raccolti hanno portato in una prima fase all’identificazione di uno dei sospetti: un 37enne residente nel milanese. L’uomo denunciato per aver violato il divieto di striscioni incitanti alla violenza e multato con una sanzione che va da 154 a 1032 euro per affissione abusiva, era stato anche destinatario di un DASPO di un anno.

Secondo quanto ricostruito dalla Squadra Tifoseria della DIGOS l’auto degli ultrà juventini sarebbe partita all’alba dal capoluogo lombardo in direzione Firenze per poi farvi ritorno subito dopo l’affissione.

Successivi sviluppi investigativi, grazie anche ad ulteriori accertamenti della Polizia Stradale di Firenze, hanno permesso di identificare altri due uomini di 30 e di 53 anni, entrambi residenti nel milanese e indagati in concorso per lo stesso episodio, ovvero per aver violato il divieto di striscioni incitanti alla violenza.

A seguito della predetta denuncia, per la quale seguiranno le indagini preliminari all’esito delle quali interverrà il vaglio del Giudice, il questore della Provincia di Firenze ha emesso nei loro confronti un Divieto di accedere ai luoghi dove si svolgono gli incontri di calcio su tutto il territorio europeo per la durata, rispettivamente di un anno per il 30enne e di tre per il 53enne, quest’ultimo già noto alle Forze di Polizia.

Nei DASPO, elaborati dalla Divisione Polizia Anticrimine della Questura di Firenze, si evidenzia come entrambi i destinatari del Divieto siano ritenuti pericolosi per l’ordine e la sicurezza pubblica in occasione o a causa di manifestazioni sportive e che la loro presenza, anche come spettatori, potrebbe turbare il regolare svolgimento delle gare.

La violazione dei provvedimenti è punita con la reclusione da sei mesi a tre anni e con la multa fino a 40.000 euro. Lo riporta Report Pistoia

IL DISCORSO DI COMMISSO ALLA SQUADRA

Commisso ha caricato la Fiorentina, rassicurazioni sulla salute e battuta sull’infarto contro la Samp

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Testata giornalistica | Autorizzazione Tribunale di Firenze n.6004 del 03/11/2015
Edimedia editore | Proprietario: Flavio Ognissanti | P. IVA: IT04217880717

© Copyright 2020 - 2024 | Designed and developed by Kobold Studio