Purtroppo quella della Fiorentina è una crisi che ha origini lontane. Guardate la classifica degli ultimi dieci anni all’attuale giornata di campionato. Adesso, stagione, 2019/20 i punti conquistati sono 25. Sette meno della passata stagione che, da ricordare, è stata quella della crisi fra città e Della Valle quando comunque erano stati messi in cassaforte 32 punti.

E se volete assommare le ultime due stagioni, complessivamente 57 punti, avete un totale… devastante, uno dei peggiori della storia della Fiorentina. E tutto questo avendo alle spalle un presidente che si sta battendo contro tutti per la maglia viola, che fino a oggi ha speso oltre 300 milioni di euro, e con lui una città formidabile che ha solo fatto un tifo incessante e che si mobilita per qualsiasi trasferta. Condizioni ideali.

Ma ora la squadra ha la faccia al vento. Deve reagire, l’intero peso è solo sulle sue spalle. È chiamata, immediatamente, a una risposta, in caso contrario dirigenti, tecnici, giocatori saranno tutti messi sul banco degli imputati e l’ipotesi più probabile è quella di una rivoluzione totale. Nessuno ha più il posto garantito. Tutti devono dare tutto perché Commisso e i fiorentini pretendono una risposta che cancelli la paura.

Corriere dello Sport