29 Gennaio 2022 · 14:20
12.2 C
Firenze

Coronavirus, Fiorentina perde più di 20 milioni, Commisso: “Chiederó a Pezzella taglio stipendi”

Ripresa del campionato, stipendi, nuovo stadio. Rocco Commisso continua a far sentire la sua voce da New York. «Per il bene del calcio — ha ribadito ieri il presidente della Fiorentina a Radio 24 — finire il campionato sarebbe la scelta migliore, ma la salute viene prima di tutto. Per ricominciare quindi dobbiamo essere sicuri di non correre rischi. Parlo costantemente con giocatori, allenatore e staff, vorrebbero tutti tornare in campo, è il loro lavoro, ma se fosse impossibile meglio pensare al futuro e non influenzare la prossima stagione».

E poi c’è la questione stipendi, che sta impegnando in un duro braccio di ferro Aic e Lega: «Anche i calciatori facciano la loro parte. L’esempio è già stato dato dalla Juventus, le altre società hanno trovato un un’intesa e noi siamo d’accordo con quanto deciso dalla Lega. I giocatori sono il più grande costo per una società di calcio, noi a gennaio abbiamo investito oltre 70 milioni, ma se non possono
giocare è impossibile andare avanti. È fondamentale sostenere anche le società più piccole. Barone parlerà con la squadra, il referente sarà il capitano, German Pezzella».

Le ripercussioni dell’emergenza da coronavirus sono anche e soprattutto economiche visto che tra diritti tv e incassi la Fiorentina rischia di perdere oltre venti milioni, ed è per questo che Commisso
torna a parlare di infrastrutture. «In pochi mesi ho messo sul piatto oltre 300 milioni perché alle spalle ho un’azienda solida come Mediacom ma è fondamentale rinnovare le infrastrutture del calcio italiano. Servono stadi più moderni che possano attirare in Italia investitori stranieri».

Commisso non ha comunque perso l’ottimismo e blinda i suoi campioni: «Penso ogni giorno alla Fiorentina, non eravamo partiti bene ma con Iachini le cose sono migliorate e poi abbiamo fatto un bel mercato invernale. Il mio obiettivo è riportare la squa-
dra ad essere competitiva, come ai tempi delle sette sorelle, e vincere qualcosa. Renzi ha detto che Chiesa se ne andrà? Pensi alla politica (ride,ndr), già in estate in tanti pensavano se ne andasse, adesso vedo che molti giocatori sono sempre più convinti di voler restare a Firenze»

Corriere fiorentino

CONDIVIDI

ULTIMI ARTICOLI

CALENDARIO