La Fiorentina ha messo le mani su un talento del campionato olandese. È di questa notte la notizia di Gianluca Di Marzio di come Corvino abbia praticamente chiuso quest’operazione per una cifra vicina ai 2 milioni di euro. Conosciamolo meglio:

Jay-Roy Grot è nato il 13 marzo 1998. Arrivato al NEC all’età di dieci anni, è progredito attraverso le varie categorie del settore giovanile fino ad arrivare, nel 2014-15, agli under 18 con i quali si è laureato campione d’Olanda. A fine stagione giocherà da titolare l’europeo under 17, l’avventura degli Orange è breve, ma lui si fa notare e l’allenatore della prima squadra Ernst Faber lo aggrega al ritiro pre-stagionale. Grot impressiona al punto di essere schierato titolare alla prima di campionato, questa sarà la prima di dieci presenze in campionato.

La stagione 2016-17 parte in sordina, diverse panchine senza subentrare poi tre spezzoni di partita. La strada per un posto da titolare sembrava ancora lunga poi dopo altre due partite in panca è arrivata la partita col Twente. Dentro dal primo minuto e doppietta, poi ancora gol contro l’Heracles quindici giorni dopo. Per adesso in stagione ha disputato soli 273 minuti, ma con un gol ogni 91 minuti credo proprio che le opportunità per giocare non tarderanno ad arrivare.

Prima punta, ma capace di adattarsi sull’esterno in un tridente. Fisico statuario, potentissimo, ma per la stazza incredibilmente agile nello stretto. Vedere un colosso alto 1.95 andare via in dribbling può sembrar strano, ma è esattamente quello che Grot sa fare. Nello stretto sfrutta la sua potenza devastante, ma i suoi fondamentali tecnici sono tutt’altro che disprezzabili. Bravo ad allargarsi sull’esterno ed a muoversi senza palla in profondità, nonostante il fisico è meno bravo a giocare spalla alla porta (e di sicuro da questo punto di vista deve migliorare), ma appena imparerà ad usare un po’ meglio il fisico di cui è dotato e contestualmente all’impiego da titolare troverà un po’ di esperienza e malizia. Dollberg a parte, Grot pare essere l’attaccante più promettente al momento in Olanda.