Stefano Pioli e una trattativa che subisce un primo piccolo stop. Stando a quanto riporta PremiumSport, infatti, l’ex tecnico nerazzurro dovrà sbrigare alcune vicende burocratiche riguardanti la sua buonuscita da 1,8 milioni. Questo cavillo di natura legale non dovrebbe compromettere la trattativa fra Stefano Pioli e la Fiorentina, tuttavia al giorno d’oggi è sempre meglio non dare nulla per scontato.

Come scontato è ormai il futuro di Leonardo Semplici, allenatore della Spal che, fresco di promozione, ha rinnovato col club emiliano per altre due stagioni. E dato che tutto sembra ormai scritto, con Pioli (quasi) a Firenze e Semplici (sicuramente) a Ferrara, vorremmo solo fare i migliori auguri a entrambi, anche se, da buoni romantici, ammettiamo che la soluzione “tifoso in panchina” era quella che più ci stuzzicava.

Speriamo di sbagliarci, ma durante tutta la stagione abbiamo sperato in un ritorno di fiamma tra Semplici e la Fiorentina. Noi però non siamo allenatori, né grandi esperti in fatto di tattica, e la società gigliata di certo ne saprà più di noi.

Poche ore fa Semplici ha dichiarato “Mi auguro che un giorno ci possa essere la possibilità di lavorare in una società più importante. Se poi fosse la Fiorentina beh, è la squadra che tifo da bambino”. Parole che sciolgono il cuore, parole che, dal canto nostro, sarebbero bastate per offrire subito a Semplici un contratto.

Non sarà per quest’anno, ma in un futuro prossimo chissà. Nel frattempo speriamo che la Fiorentina abbia fatto la scelta migliore e che presto Pioli possa arrivare a Firenze. Dall’altra parte, dal nostro cuore auguriamo il meglio a Semplici e speriamo che non si dimentichi mai le sue origini.
Tommaso Fragassi

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.