Questo un estratto delle parole del giornalista Giancarlo Padovan a  Calciomercato.com;

“La triste verità, soprattutto per chi, come la Juve, l’ha pagato più di 40 milioni due anni or sono, è che Bernardeschi in stagione ha giocato egregiamente solo una partita  come certi poeti autori di un verso felice in tutta la loro arruffata produzione. Chiesa, che non andrà alla Juve, giustamente vale il doppio o giù di lì. Sorprende, quindi, sia che Mancini lo abbia scelto dall’inizio, sia che lo abbia sostituito con Belotti solo all’80’. Non è un caso, almeno secondo me, che sei minuti dopo l’Italia abbia realizzato il gol del successo con Verratti su assist di Insigne”.