Nel settimanale in omaggio sulle Ferrovie Dello Stato, ossia “Note” vi è un’intervista a Federico Bernardeschi. Il numero 10 viola racconta i sei mesi più brutti per lui, all’età di 16 anni.

“Sono rimasto sei mesi fermo per una cosa congenita. Avevo 16 anni e i dottori pensavano che fosse il troppo allenamento. Poi fortunatamente tutto si è risolto nel migliore dei modi ma sono stati mesi da incubo: i peggiori della mia vita. Ricordo che nel mio diario per la scuola c’era una frase per ogni giorno, e il 16 Febbraio c’era quella di Valentino Rossi che diceva così: “questo è il giorno dei fenomeni”. Valentino ha portato la bandiera tricolore in alto in tutto il mondo, lo vorrei conoscere. Sogno di vincere un mondiale con la maglia azzurra…”

Comments

comments