Il futuro di Mario Balotelli dall’1 luglio 2019 a meno di clamorosi colpi di scena, non sarà più nelle file del Nizza. A darne notizia è stato il presidente del club francese, Jean-Pierre Rivère, nel corso di un’intervista a RMC. Il contratto dell’attaccante ex Milan e Inter con il club della Costa Azzurra va in scadenza il 30 giugno e il numero 1 del Nizza ha spiegato chiaramente di non avere intenzione, almeno al momento, di sedersi a tavolino per discutere un eventuale rinnovo. “Un rinnovo dell’accordo con Balotelli a fine stagione? No, penso che allora tutto sarà finito”. Parole lapidarie, che si aggiungono alla serie di eventi contrastanti che hanno caratterizzato la stagione di Super Mario fini a dicembre: prima un addio quasi annunciato in estate, poi il mancato arrivo in ritiro, infine i chili in eccesso sul peso forma. La quota 0 reti segnate in 10 presenze stagionali, per Rivère, è l’esito di un percorso fatto di poca costanza: “Mario ha perso gran parte della preparazione con noi – le sue parole – il che ha influito sulle sue prestazioni in questo primo scorcio di stagione. Adesso ha ritrovato le sue doti fisiche ma il fatto di non essere ai suoi abituali livelli lo rende nervoso e scostante”.

Calciomercato, Balotelli via da Nizza a luglio: quale futuro per Super Mario?

Le parole del numero 1 del Nizza fanno tornare alla mente la scenata che sabato scorso aveva visto protagonista lo stesso Balotelli, sostituito da Patrick Vieira, nel corso della partita tra il Nizza e il Guingamp e furibondo al momento del cambio. Il suo allenatore aveva provato a gettare acqua sul fuoco nella conferenza del dopo gara, chiedendo a squadra, tifosi e club di sostenere l’attaccante italiano. Che intanto si era sfogato su Instagram, per le reazioni poco positive dei tifosi del Milan davanti alla notizia di un suo possibile ritorno in rossonero e si prepara a salutare Nizza, dopo due anni e mezzo comunque conditi sin qui da 43 reti in 75 partite, utili per ritrovare anche la Nazionale, dalla quale però manca dallo scorso settembre.”Il suo talento non l’ha mai perso, quando riuscirà ad essere di nuovo decisivo si metterà tutto alle spalle. Non bisogna avere rimpianti” ha spiegato Rivère. Intanto per Mario si profila una nuova avventura, da parametro zero che può fare gola a tanti.

Sport.sky.it