Babacar, protagonista assoluto contro l’Inter: sembra la fioritura definitiva di un talento rimasto troppo spesso nelle retrovie, sebbene le 105 presenze e i 33 gol messi a segno complessivamente con la Fiorentina confermino il valore dell’attaccante. Ma quante volte il suo nome è stato accostato alla possibilità di lasciare la Fiorentina, proprio per l’incapacità di trovare una striscia continua di prestazioni?

La scorsa estate Babacar era stato messo sul mercato a fronte di una richiesta di 10 milioni: sondaggi in Inghilterra (Crystal Palace soprattutto), ma poi niente di fatto; anche perché il ritorno a Firenze di Corvino ha tranquillizzato il giocatore, che pure aveva trovato poco spazio durante la prima stagione con Sousa: «Per me Corvino è come un secondo padre», ha rivelato Babacar in un’intervista. Ultima considerazione: il contratto di Babacar scadrà nel 2019, esattamente come quello di Bernardeschi. La Fiorentina farà dunque bene a prendere prima possibile una decisione.

 

Qs, La Nazione

Comments

comments