23 Aprile 2021 · 20:02
20.3 C
Firenze

Analisi Parma: Grande organizzazione difensiva, ma non esiste una reale alternativa al lancio lungo

Per la viola sfida da dentro o fuori in casa con il Parma. Squadra falcidiata dalle assenze, ma che ha un solo risultato

STATISTICHE IN SERIE A (FIORENTINA IN CASA)
Giocate: 23
Vittorie Fiorentina: 11
Pareggi: 6
Vittorie Parma: 6
Gol Fiorentina: 36
Gol Parma: 22

STATISTICHE IN SERIE A (TOTALI)
Giocate: 46
Vittorie Fiorentina: 16
Pareggi: 17
Vittorie Parma: 14
Gol Fiorentina: 61
Gol Parma: 54

VITTORIE CON MAGGIOR SCARTO IN SERIE A:
2005-2006 Fiorentina-Parma 4-1 2′ Toni (F), 24′ Toni (F), 36′ Fiore (F), 60′ Toni (F), 66′ Grella (P)
2011-2012 Fiorentina-Parma 3-0 46′ Jovetić (F), 61′ Cerci (F), 81′ Jovetić (F)
2014-2015 Fiorentina-Parma 3-0 13′ G. Rodríguez (F), 30′ Gilardino (F), 56′ Salah (F)
1999-2000 Fiorentina-Parma 0-2 82′ Di Vaio (P), 90′ Boghossian (F)

RISULTATI PIÙ FREQUENTI:
Fiorentina-Parma 1-1 (5 volte)

PUNTI DI FORZA:

Grande rapidità ad occupare la propria tre quarti una volta perso il possesso;

Grande organizzazione difensiva e copertura della propria metà campo;

Tanta velocità, dinamismo ed aggressività;

PUNTI DI DEBOLEZZA

Non esiste una reale alternativa al lancio lunga a cercare la prima punta o la velocità degli esterni;

Non si hanno particolari evidenze che suggeriscono insistenti lavori di catena mezz’ala-terzino in fase offensiva;

La linea difensiva lavora su due linee di copertura a sostegno del marcatore di turno e si evidenzia come il reparto conceda spesso la profondità avversaria ed il conseguente gioco sulle fasce;

Rinuncia quasi totalmente al possesso palla;

RIFLESSIONI:

La formazione ducale rinuncia quasi totalmente a fare possesso palla e dominare il gioco, talvolta rinunciando volontariamente alla fase di possesso.

In fase passiva occupa sempre tutti i varchi centrali, scoprendo le fasce, come ad invogliare la formazione avversaria ad agire in quella porzione di campo.

L’intero baricentro della squadra risulta basso, compensato però da una grande aggressività nelle uscite in marcatura, in particolare ad opera dei centrali difensivi. Le rotazioni in marcatura delle linee di difesa e centrocampo rappresentano un meccanismo armonico ed efficace nell’arginare il possesso e le verticalizzazioni avversarie.

Il grande problema è produrre gioco, infatti l’ unico schema spesso risulta essere il lancio lungo alla ricerca della prima punta oppure della velocità di Gervinho.

Marzio De Vita

LEGGI ANCHE LA CURVA FIESOLE CONTESTA LA SQUADRA FUORI DAI CAMPINI: RISPETTO. OGGI LE BOMBE DOMANI CHISSÀ…”

La Curva Fiesole contesta la squadra fuori i campini: “Rispetto. Oggi le bombe, domani non si sa…”

CONDIVIDI

ULTIMI ARTICOLI

Graziani: “Ancora manca tanto a Vlahovic per raggiungere Belotti”

Ciccio Graziani ha rilasciato un'intervista su Radio Bruno Toscana. Queste le sue dichiarazioni: "Ancora manca tanto a Vlahovic per raggiungere uno come l'attaccante Andrea Belotti...

Sportmediaset, la Fiorentina è interessata al portiere Cragno del Cagliari

Secondo quanto riportato da Sportmediaset, il portiere del Cagliari, nato a Fiesole, Alessio Cragno, è cercato da moltissimi club italiani e europei. In Italia...

CALENDARIO