La formica atomica Sebastian Giovinco ha rilasciato un’intervista a Gazzetta.it. Il fantasista ex Juventus, attualmente al Toronto, si è sfogato per le mancate convocazioni del commissario tecnico Gian Piero Ventura, nonostante le prestazioni stellari nel campionato statunitense. Ecco le sue parole: “Perché sempre fuori, anche dagli stage? Sono considerazioni che non spettano a me. Io faccio il mio lavoro sempre al massimo, tiro avanti, senza farmi influenzare da quelle cose che sfuggono al mio potere. Evidentemente ci sono criteri di valutazione diversi. Che cosa devo fare? Strapparmi i capelli. Neppure potrei, perché li ho cortissimi.” Sulla MLS: “A livello tattico in MLS si gioca più semplice e gli attaccanti hanno più possibilità di segnare, ma a livello fisico di sicuro è un torneo molto impegnativo. E comunque di semplice non c’è un bel niente”.

Comments

comments