Sportiello 5.5 Potrebbe fare molto di più sull’1-0 pescarese.

De Maio 5.5 Non esente da colpe in occasione della rete di Caprari. Insicuro.

Tomovic 4.5 Si fa affettare da Caprari durante tutti i 45′, costringendo Paulo Sousa a sostituirlo. (Dal 45′ Chiesa 6.5 Il suo ingresso fa bene a tutta la squadra. Atteggiamento da professionista navigato).

Sanchez 5.5 Sull’azione del gol del Pescara rimane a guardare. Fragile.

Maxi Olivera 5.5 Più volte in difficoltà, nonostante l’attacco del Pescara sia tutt’altro che temibile.

Badelj 5 Non indovina un passaggio ed il suo filtro sulla mediana è debole. (Dall’83’ Cristoforo s.v.)

Vecino 5 Ha sui piedi il pallone del possibile vantaggio ma lo spreca. Trotterella per 90′.

Borja Valero 5.5 Spaesato e spesso fuori posizione. Così non va.

Tello 7 Insieme a Chiesa, è l’unica nota positiva del match. Il suo primo gol è un piccolo capolavoro, il secondo invece è guidato dalla buona sorte.

Ilicic 4.5 A parte il palo colpito, di lui è impossibile ricordarsi di una giocata degna di nota.

Babacar 5.5 Praticamente inesistente negli iniziali 45′, cresce nella seconda parte di gara, ma non incide.

Sousa 5.5 Un primo tempo al di sotto dei limiti della decenza. La Fiorentina, mai veramente pericolosa, subisce addirittura un gol, chiudendo il primo tempo in svantaggio. Nella ripresa ci pensa Tello a dare una scossa alla partita con un fantastico gol dalla distanza prima, e con la definitiva doppietta poi. Ciò non toglie, però, che la prova corale della Fiorentina sia senza dubbio insufficiente.
Tommaso Fragassi