VIOLA, ARRIVA UN CAMBIO: ECCO I PROFILI CHIESTI DA SOUSA. IL MODULO…

 

Una settimana è passata dall’ultima partita di campionato e ancora non si registrano vere e proprie novità. Non è immobilismo assoluto, qualche movimento c’è, la programmazione, infatti, è stata avviata (almeno secondo quanto riportato da Della Valle e Cognigni), dunque presto anche il mercato dovrebbe cominciare.

Un piccolo, ma comunque significativo passo in avanti rispetto all’anno scorso è stato fatto. Non è molto, tuttavia le intenzioni sembrano buone. Paulo Sousa, che qualche giorno fa si è detto finalmente sereno, ha avviato alcuni progetti con i dirigenti gigliati. Nuovi innesti arriveranno, rispettando però le possibilità economiche della Fiorentina. A quanto ammontano queste “disponibilità”? Lo scopriremo quando l’organigramma sarà al completo ed il budget verrà stanziato.

In attesa di conoscere ulteriori dettagli, cerchiamo di fare il punto della situazione in casa viola. In vista del prossimo anno è atteso un cambiamento che comprenderà sia il modulo, sia alcuni interpreti. Paulo Sousa vuole almeno un terzino ed un mediano, quest’ultimo elemento sarebbe già una prima novità, in quanto durante la stagione appena conclusa la Fiorentina non ha mai avuto un vero e proprio incontrista (c’era Mario Suarez ma i rapporti con il tecnico erano tutt’altro che buoni). La terza priorità è un’ala (a meno che Tello non venga riscattato), infine un centravanti. Per quanto riguarda l’attaccante, potrebbe essere una semplice riserva per sostituire l’ormai partente Babacar, ma resta ancora viva la possibilità che Sousa stia pensando ad un titolare al posto di Kalinic, uno dei peggiori del girone di ritorno.

Sono quattro, dunque, i profili richiesti dal tecnico portoghese, a questi dobbiamo aggiungere le riserve che rimpiazzeranno i giocatori al rientro dai prestiti (Blaszczykowski, Kone, Costa e Benalouane) e quelli che lasceranno la Fiorentina tra poche settimane (Pasqual e Roncaglia), ma attenzione ai colpi di scena come cessioni improvvise (Babacar, Ilicic e Badelj i maggiori indiziati) oppure un portiere in entrata (piace Sirigu).

Il modulo dovrebbe essere il 4-3-3, dal momento che Vecino è stato blindato dallo stesso Sousa che punta a farlo diventare un giocatore chiave assieme ai vari Gonzalo, Astori e Borja Valero. Uno schieramento tattico che esalterebbe le qualità di un ragazzo in rampa di lancio come Bernardeschi, ma dove invece qualche altro elemento troverebbe meno spazio (vedi Ilicic). Adesso non resta altro che attendere il completamento dello staff dirigenziale, dopodiché potremo finalmente dare il via alle danze.

Tommaso Fragassi

Comments

comments