Sintetico, non banale, preciso e carismatico, ciò che è emerso di Ilicic dalla sua intervista al “Corriere dello Sport” (LEGGI QUI) è stato assolutamente sorprendente. Il trequartista sloveno, che tra tutti i giocatori della Fiorentina è sempre stato quello più spesso imputato di avere scarse doti di leadership, oggi ha dato un calcio alle critiche con parole che dovrebbero essere prese come esempio non solo dai compagni di squadra, ma anche da allenatore e società.

Alla domanda sul futuro, Ilicic, infatti, ha risposto “Voglio giocarmi la Champions con la Fiorentina”, non importa se effettivamente ci siano le reali possibilità, Josip ha evitato polemiche e in un momento come questo è già un dato cruciale. E ancora, l’attaccante più sorprendente della Serie A? Kalinic, suo compagno di squadra, i giovani sloveni più promettenti? Quelli del vivaio gigliato, un parere sulla presunta lite tra Corvino e Sousa? No comment, e su Bernardeschi? Schivata elegante.

In tre parole? “Lezione di stile”, così parla un professionista. Altro che Champions impossibili, giocatori destinati ad andare in squadre più ambiziose, argomenti del genere non dovrebbero far parte del repertorio di un calciatore. Nella speranza che Ilicic, oltre a dire ciò che ha detto, creda anche in ogni sua affermazione, per il momento ci togliamo il cappello e battiamo le mani.

In un ambiente dove il pessimismo e la polemica sono sempre pronti ad esplodere, parole come quelle pronunciate da JoJo non possono far altro che bene.

Tommaso Fragassi

Comments

comments