Ebbene ci siamo. Per qualcuno il tempo è volato, per qualcun’altro è passato assai lentamente, ma adesso il campionato è veramente pronto a cominciare.

Una sola settimana divide la Fiorentina dall’esordio contro la Juventus a Torino, partita tanto affascinante quanto insidiosa.

Questa sera, intanto, i viola scenderanno in campo contro gli spagnoli del Valencia per un’altra amichevole, sperando almeno oggi di godere di una bella prestazione.

Nelle ultime partite disputate tra luglio e agosto, infatti, sono arrivate soltanto sconfitte per il gruppo allenato da Sousa, che non a caso ha chiesto rinforzi alla società.

Le richieste del tecnico erano almeno due difensori, un centrocampista ed un esterno offensivo. Ad oggi, però, l’unico che effettivamente è stato ufficializzato è Sanchez, mediano colombiano dall’Aston Villa.

Per il ruolo di esterno il ritorno di Tello sembra ormai ad un passo, tuttavia l’ufficialità non è ancora arrivata, perciò non possiamo dare per scontata la trattativa con il Barcellona per lo spagnolo.

Per quanto riguarda i difensori la situazione è ancora più complessa. Il preferito resta Corluka, anche se la Fiorentina è in disaccordo con le condizioni dettate dal giocatore e dal Lokomotiv Mosca. Troppo alta la richiesta del club russo (sei milioni) come eccessivo è anche l’ingaggio percepito dal 30enne croato (due milioni).

Capitolo vice-Gonzalo. Non si registrano ancora novità di rilievo su questo fronte. Probabilmente l’alternativa al difensore spagnolo sarà scelta nelle ultime ore di mercato, sperando di non cadere nei classici errori di periodi come quelli sopracitati, in cui la fretta spesso annebbia le capacità valutative di chi si occupa delle trattative.

Finita qui? No, perché alla Fiorentina mancherebbe anche un terzino sinistro. Già, a meno che Sousa non abbia deciso di utilizzare solamente la difesa a tre, con Diks spostato sulla corsia mancina a fare da alternativa di Alonso. Una soluzione non solo forzata, in quanto Diks è un destro naturale, ma anche piuttosto limitante, perché con una scelta del genere i viola avrebbero comunque una carenza in difesa.

Un buon terzino sinistro, capace addirittura di contendere il posto allo stesso Alonso, è un’opzione che la Fiorentina farebbe bene a non scartare a priori, sarebbe l’ultimo vero tassello per il completamento della rosa. Rosa che, attualmente, è tutt’altro che pronta ad affrontare una stagione tra coppe e campionato.
Tommaso Fragassi

Comments

comments