Oggi un’ ora di trasmissione come sempre, sarebbe stato facile sparare sulla prestazione in Nazionale di Bernardeschi, argomento del giorno, la fidanzata, i tatuaggi, il ciuffo ecc..ecc..in fondo potevamo massacrarlo, se Federico dovesse  continuare così, sulla bocca di molti prenderà a breve il posto di Ilicic, Tomovic e magari di Sousa, sulla bocca di molti, non sulla mia sia chiaro. Va bene l’infamata dopo una giocata sbagliata, va bene l’incazzatura al bar anche prolungata, ma il disfattismo mediatico no, l’accanimento men che mai, soprattutto nei confronti di chi ha un modo solo per rispondere, il campo, ma in campo con tutti i tifosi contro è difficile reagire. Lo so, è un esercizio difficile, difendere la maglia, tifare per quella contro tutti, schermarsi da quelle performance che farebbero incazzare anche un monaco Tibetano e roba davvero difficile. Scegliere di mordersi la lingua per sostituire l’offesa con il supporto lo è ancora di piu. Io penso però  che sia l’unica via, adesso arrivano quattro partite abbordabili, come pensiamo di vincerle? Vogliamo dar spago a chi passa da Borja a Badelj picconandoli giorno e notte?Si lo so già, Ilicic dovrà correre di più, Kalinic segnare, Sousa recuperare la lucidità e Baba al primo avversario che non rincorrerà sarà  il solito indolente. E noi tifosi? Sparare su quello e su quell’altro non credo funzioni. Ho visto letto e sentito che Nenad Tomovic è stato ospite alla cena di un Viola Club, si è dimostrato sorridente, disponibile, innamorato di Firenze e di noi Fiorentini, ricordatevelo anche quando sbagliera’ una diagonale, fosse stato Sergio Ramos ne avrebbe sbagliate sicuramente meno, ma non è una sua colpa non esserlo, si, pensiamoci un attimo, siamo sicuri di fare tutto il possibile perché tutti i nostri ragazzi possano fare il minor numero possibile di errori. Io ci rifletterei attentamente, la maglia è una cosa seria, non vi dispiace neanche un po’ riempire di insulti chi la indossa? A me dispiace moltissimo.

Comments

comments