Rivoluzione in casa viola: arriva Corvino e con lui…

Settimana importante per la Fiorentina, con l’interruzione del rapporto tra Pradè e la squadra viola. Il nome di Pantaleo Corvino è accostato da mesi, e l’impressione è che entro 7-10 giorni arriverà anche l’ufficialità.

Un ritorno lieto quello del ds salentino, capace di costruire una rosa molto competitiva negli anni che lo hanno visto a capo del settore tecnico con Prandelli in panchina. Anche a Bologna, con cui ha rescisso il contratto pochi giorni fa, ha lavorato bene, scovando buoni calciatori in grado di portare ad una salvezza tranquilla la squadra emiliana.

Tra questi spiccano Diawara e Masina, veri e propri trascinatori del Bologna di quest’anno.

Il primo ha solo 18 anni, ottimo centrocampista in grado di recuperare quantità incredibili di palloni, e di saperli giocare bene con i compagni. Potrebbe seguire Corvino a Firenze, essendo stato il ds di Vernole a scoprirlo e suo primo ammiratore. Il ragazzo ha una valutazione importante, ed è difficile che venga venduto, ma chissà se il guineano seguirà Corvino….

Masina invece è un bravo terzino sinistro. Marocchino ma naturalizzato italiano, è stata quest’anno una vera e propria spina nel fianco delle difese avversarie. Ottima spinta e anche qualche gol. Molto giovane anche lui, essendo un classe 1994. La Fiorentina per ora attende interessata, nella speranza che una trattativa si possa aprire, per colmare il posto lasciato vuoto da Pasqual.

Un altro pupillo di Corvino è Ljajic, che ha un contratto in essere con la Roma fino al 2017. È in prestito all’Inter che quasi sicuramente non lo riscatterà. Il serbo tornerebbe di corsa nella città che lo ha lanciato e dal direttore che l’ha acquistato nel gennaio 2010 dal Partizan.

Altro nome importante che farebbe luccicare gli occhi ai tifosi viola è quello di Stevan Jovetic, ma qui la trattativa è molto complicata, per via delle cifre importanti che il montenegrino percepisce a Milano e quella del cartellino che è fuori portata per il budget viola.

Staremo a vedere quali saranno gli sviluppi di mercato. Intanto godiamoci il ritorno del “Corvo” e speriamo in qualche “Corvinata” positiva che solo lui può regalare.

Raffaele La Russa

Comments

comments