Una storia come tante altre, il tifoso in questione preferisce rimanere anonimo e noi lo abbiamo accontentato, anche perché la sua è una situazione comune, almeno a Firenze.

“Sono fiorentino dal 1960, sono viola da quando ho conosciuto il gioco del calcio”, così apre il nostro F., “Pochi giorni fa un mio collega mi ha proposto di acquistare l’abbonamento stagionale per la Fiorentina con la tariffa ‘Insieme’… ho accettato”. Ce lo ha rivelato con un tono un po’ incerto nel finale, cosa che ci ha spinto a chiedergli il motivo di tanta titubanza nelle sue ultime parole.

“Ho speso 225 euro, un bel sacrificio per le mie tasche, ho una famiglia e un mutuo pesante, 225 euro non sono spiccioli, ma alla fine ho deciso di spendere questi soldi. Il mercato uno dei motivi della mia incertezza? Fino a due anni fa sostenevo a spada tratta la proprietà gigliata, adesso sono deluso, mi aspettavo qualche sacrificio in più, un po’ di passione in più”.

Perché fare l’abbonamento allora? Perché privarsi di quasi 250 euro con cui, magari, pagare tranquillamente i libri di scuola ai figli, fare un paio di week-end con la famiglia e tanto altro ancora? “Perché amo la Fiorentina follemente, è difficile da spiegare, è irrazionale, è un amore che spinge a fare qualsiasi cosa”.

Nonostante una squadra e una società che, dal suo punto di vista, potrebbero non meritare pienamente un tale sacrificio economico? “Purtroppo sì, e probabilmente non lo meriterebbero neppure, così almeno mi suggerisce il cervello, ma il cuore annebbia ogni ragionamento”.

Già, il cuore, è tutta colpa sua. E noi tifosi viola ne abbiamo uno enorme, che ha patito tanto e goduto così-così, sicuramente più della maggioranza delle squadre con una tradizione storica in Serie A, ma comunque assai meno di Juventus, Milan, Inter, Roma e, da qualche tempo, anche del Napoli, soprattutto negli ultimi 15 anni. Senza contare i trofei vinti, zero dal 2001 ad oggi.

È stato il cuore, dunque, a spingere il nostro amico F. ad acquistare l’abbonamento per la prossima stagione, e assieme a lui altri 13.000 tifosi della Fiorentina. Tutti per lo stesso motivo, chi più e chi meno. Un numero impressionante e destinato ad aumentare ancora, a prescindere dal mercato e dalle aspettative, a prescindere da ogni cosa. Perché l’amore è anche questo, una spinta incondizionata verso qualcuno (o qualcosa) che veneriamo senza curarci dei vantaggi e degli svantaggi. E Firenze ama la Fiorentina, su questo possiamo scommetterci.
Tommaso Fragassi

Comments

comments