Tatarusanu 6 Nessuna sbavatura. Attento.

Tomovic 6 Niang lo fa sudare eccessivamente. Meglio nella ripresa.

Gonzalo 5.5 A intermittenza, il Milan da una parte ed il lavoro dei colleghi dall’altra lo graziano più di una volta. (Dal 58′ Vecino 6 Non sfigura).

Salcedo 7 Senza dubbio il migliore della retroguardia gigliata. Spesso provvidenziale.

Milic 6 Ok in copertura, buona anche la corsa, ma sui cross dovrebbe migliorare molto.

Sanchez 6.5 Sarebbe interessante conoscere la sua media di passaggi riusciti da agosto ad oggi. Probabilmente superiore al 90%. Per quasi tutto il secondo tempo fa pure il centrale, perdendo un po’ di lucidità.

Badelj 5 Alterna buoni disimpegni sulla mediana a leggerezze a dir poco clamorose in fase di impostazione. (Dal 73′ Tello 6 Prova a sbloccare la partita con le sue accelerazioni. Da premiare l’impegno).

Borja Valero 6 Ancora una volta fuori ruolo, lo spagnolo non riesce ad esprimere appieno tutte le sue potenzialità. A metà del secondo tempo Donnarumma si supera, negandogli il gol. Sufficiente.

Bernardeschi 6 In crescita rispetto all’inizio della stagione. Pungente.

Ilicic 5.5 Mezzo punto in meno per il rigore fallito. Non sempre la sua intesa con Kalinic funziona. Nel complesso, prestazione insufficiente. (Dall’82’ Babacar s.v.)

Kalinic 5.5 Pochi palloni giocabili in area, ma la sua mira è scarsa. Ci ha abituati a ben altro.

Sousa 5.5 Schiera il sempre più consolidato 4-2-3-1, con Borja Valero, Ilicic e Bernardeschi dietro all’unica punta Kalinic. Nel primo tempo, i viola creano diverse occasioni pericolose (rischiando qualcosa in difesa), tuttavia il gol non arriva, nonostante il rigore concesso da Orsato. Squadre lunghe anche nella ripresa, i ribaltamenti di fronte sono continui e le possibilità di segnare sono tante. I suoi uomini, però, perdono di lucidità negli ultimi 20 metri ed il portoghese non riesce a dare una svolta al match con le sostituzioni. Anzi. Nel finale la Fiorentina rischia addirittura di perdere.
Tommaso Fragassi

Comments

comments