Tatarusanu 6.5 Reattivo, risponde egregiamente quando viene chiamato in causa.
Tomovic 6.5 Sopporta il peso della fascia da capitano con dignità.
De Maio 6.5 Attento, non commette errori decisivi.
Salcedo 7 Non si lascia scappare neanche un attaccante. Mastino.
Maxi Olivera 6.5 Qualcosa da migliorare in fase difensiva, tuttavia i suoi cross sono spesso insidiosi.
Sanchez 6.5 Qualità e quantità a centrocampo, Sousa lo sostituisce al 45′, probabilmente per un problema fisico. (Dal 45′ Vecino 6.5 Non sfigura. Colpisce una traversa).
Cristoforo 7.5 Una macchina di recupero e smistamento palloni. Confeziona pure un assist di tacco.
Tello 6.5 La sua è una buona gara. Ordinato con i piedi.
Bernardeschi 6.5 Cerca il gol con insistenza, ma sa anche mettersi a disposizione del collettivo. (Dal 61′ Chiesa 6.5 Gioca da esterno sinistro, fa vedere discreti numeri).
Babacar 7.5 Reattivo, rapido, spietato. Una doppietta per lui che vale più di mille parole.
Kalinic 7.5 Alla prima occasione, mette nel sacco il pallone del 2-0 e, successivamente, serve un fantastico assist per il 3-0. Va più volte vicino alla doppietta, prima di essere sostituito. (Dal 61′ Zarate 7.5 Ci mette appena due minuti per siglare il 4-0. Nel finale, realizza il 5-0 su calcio di punizione. Cinico.)
Sousa 7 In vena di esperimenti, opta per il 4-4-2, facendo esordire Cristoforo e schierando una difesa assai diversa dal solito, con Maxi Olivera, Salcedo, De Maio e Tomovic. Dopo una partenza farraginosa, i viola si distendono e per il Qarabag non c’è più niente da fare. La Fiorentina segna tre reti nel primo tempo e domina durante la ripresa. Alla fine, la compagine gigliata chiude il conto sul 5-1, volando al primo posto nel girone di Europa League.
Tommaso Fragassi

Comments

comments